Mercoledì, 22 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Video Economia Turismo in Sicilia e zona gialla: "Incide psicologicamente su chi ha prenotato"

Turismo in Sicilia e zona gialla: "Incide psicologicamente su chi ha prenotato"

La stagione estiva per il turismo siciliano è andata a gonfie vele ma il passaggio dell'Isola in zona gialla per l'aumento di contagi da Coronavirus, rischia di vanificare gli sforzi degli ultimi mesi. Una analisi della situazione che arriva da Nicola Farruggio, presidente di Federalberghi Palermo.

“La zona gialla è un limite, non è sicuramente positiva per il proseguimento di una stagione estiva che è comunque fino adesso andata molto bene” dice Farruggio. Il cambio di colore e le restrizioni – seppur minime – stanno comunque incidendo secondo le associazioni di categoria: “Abbiamo sempre avuto ottimi numeri sia a settembre che ad ottobre e questa zona gialla sta incidendo psicologicamente sul turista che sperava in una vacanza decisamente libera. Ovviamente si tratta di restrizioni minime ma stanno comunque facendo la loro parte. Abbiamo fatto due mesi molto positivi ma ricordo che per dieci mesi siamo stati fermi. Il segnale però c’è stato, la Sicilia piace e richiama tanti turisti, italiani e stranieri, questo ci conforta per il futuro, anche se l’inverno non sarà facile. Speriamo possa risolversi tutto entro pochi mesi e ripartire definitivamente nel 2022”.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X