Sabato, 04 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Video Cultura Autonomia e identità siciliana in un libro, Samonà: "Storie e culture che sono il nostro codice genetico"

Autonomia e identità siciliana in un libro, Samonà: "Storie e culture che sono il nostro codice genetico"

Presentato a Palermo, nella sede della Soprintendenza del Mare, il libro “Orgoglio Siciliano, luci e ombre dell’Autonomia e dell’Anima siciliana”, a cura di Nuccio Carrara per Bonfirraro Editore, in libreria in questi giorni. Introdotti dalla giornalista Elvira Terranova che ha moderato l’incontro, sono intervenuti Alberto Samonà (assessore regionale dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana), Valeria Li Vigni (soprintendente del Mare della Regione Siciliana), l’autore Nuccio Carrara e l’editore Salvo Bonfirraro, il giornalista Giovanni Ciancimino, storico cronista parlamentare del quotidiano La Sicilia, e Mimmo Cuticchio, puparo ed esponente della tradizione dell’Opera dei Pupi inserita dall’Unesco fra i patrimoni immateriali della Sicilia che ha lanciato l’appello per la creazione di un centro culturale e di un teatro stabile dedicato all’Opera dei Pupi e alla loro storia per accogliere il numero sempre crescente di turisti e di scolaresche.

In sala, fra il pubblico, erano presenti altri autori come Piero Fagone, cronista parlamentare, Rino Nania avvocato esperto in ordinamento degli enti locali, e Ivan Scinardo, direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia e autore di un testo sulla filmografia in Sicilia.

“Nel libro di Nuccio Carrara - ha detto l’assessore Alberto Samonà, che ha ricordato al pubblico di essere figlio di un separatista – c’è lo sguardo sull’Evis, l’esercito formato da siciliani che avrebbe dovuto portare alla nascita della nazione siciliana e c’è il racconto dell’identità siciliana: un concetto sfuggente perché in Sicilia c’è l’anima di innumerevoli tradizioni, storie, popoli, vicende. Queste dinamiche sono il nostro codice genetico spirituale per rivendicare con orgoglio positivo l’essere siciliani, abitanti di un’isola che oggi è la nostra vera grande opportunità”.

Ma perché un libro sullo Statuto Siciliano e sui siciliani? Lo spiega l’autore, Nuccio Carrara: “Perché lo Statuto siciliano è un illustre sconosciuto. Con l’editore Bonfirraro, che punta coraggiosamente a un progetto di divulgazione in ambito scolastico, siamo voluti partire da questo importante documento, raccontando le vicende storiche nel periodo in cui è nato, per arrivare all’anima della Sicilia, la sua gente, raccontando i siciliani per quello che sono e non attraverso i luoghi comuni”.

Il book-tour di “Orgoglio Siciliano” prosegue a Messina (Palazzo Zanca, Salone delle Bandiere, 24/11) e Catania (Le Ciminiere 26/11).

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X