Giovedì, 21 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Video Cultura Music Academy, giovani talenti in concerto a Palermo - Video

Music Academy, giovani talenti in concerto a Palermo - Video

In questo video, un'esibizione de "I Kalvi"

GGermano Seggiojam Paul Gilbert e stasera Seggio ritorna sul palco con iKalvi...That's PALAB !!!

Posted by Tiziano Di Cara on Venerdì 24 aprile 2015

PALERMO
Settimana delle Culture
Per la “Settimana delle culture”, realizzata con l’assessorato regionale ai Beni culturali, alle 17 alla Biblioteca centrale della Regione (corso Vittorio Emanuele), si inaugura la mostra documentaria “1960-1980: vent’anni di neoavanguardia a Palermo. Dal Gruppo ‘63 all’Antigruppo e oltre”, a cura di Clelia Burlon e Anna Maria Ruta. Organizza Lo Stato dell’Arte. Documenti, alcuni dei quali inediti, provenienti anche dall’ARS, dalla Biblioteca comunale, dall’archivio della Gam, oltre che da collezioni private: libri, riviste, giornali, locandine, cataloghi, foto, inviti, spartiti e tele dei protagonisti della sperimentazione artistica degli anni ’60 e ‘70. Da Le settimane di Nuova Musica, alla rivista “Collage”, al Gruppo ’63, le mostre internazionali Revort 1 e Revort 2, e tanto altro. Fino al 12 giugno, lunedì-venerdì, 9/18.
-
Sempre per la Settimana delle Culture, alle 17, da AmorLab (via Quintino Sella 73), “Se puoi sognarlo puoi farlo”, con gli architetti Maria Eliana Madonia e Barbara Salemi: esperti professionisti del restauro e della decorazione dimostreranno come dare nuova vita ad un oggetto, reinterpretandolo con "economia e buon gusto". Nello stesso spazio è in corso “Il giardino delle meraviglie – Fusion of Recycling”: sculture dei designer del riciclo Fabio Alecci, Walter Di Paola e Gianluca Esposito che collabora con Amorlab. Fino a sabato, dalle 10 alle 13 e dalle 16,30 alle 19,30. Alle 17,30 alla libreria Macaione (via Marchese di Villabianca 102), “Poesia, arte ed emozione”, lettura di poesie.
-
Sempre per la Settimana delle Culture, alle 17, due esposizioni all’Fonderia della Cala: “Dipendenze animali”, mostra di arte contemporanea del collettivo TrinArt; e “L’abbandono”, mostra fotografica di Sonia Pennino. Conferenza su “Animali da compagnia nella società contemporanea” con Marcello Messina, Marilia Paonita, Carmelo Panzarella e Laura Girgenti. Dalle 17,30 alle 21 nella Sala Perriera dei Cantieri della Zisa (via Paolo Gili 4) la tavola rotonda“Anime e corpi. La barbarie della tratta e dello sfruttamento in Sicilia” del Coordinamento antitratta Favour e Loveth. Intervengono Giorgio Bisagna, Letizia Palumbo, Serena Termini, Stella Bertuglia, Vivian Wiwoloku.
-
Orto Botanico.// Fino a domenica all’Orto Botanico (via Lincoln 2), “FuturistGarden”, con le installazioni “Paesaggi isolani” e “Cappelli in fiore”, Maria Elena Marani e Giannino Tufano. 9/13 e 16/20. Palazzo Alliata.// A Palazzo Alliata di Villafranca (piazza Bologni. Orari: 10/13 e 15/18). Mostra “Palermo scrigno di storia. Itinerario fotografico dell’architettura arabo-normanna” di Michele Salica. Fino al 13 maggio, “Shoah” di Andrea Cabrera. Fino al 22, “De Rerum Natura” tele di Rosalia Marchiafava. Ingresso: 3 euro.
Spazio cannatella.//Fino a domenica allo Spazio Cannatella (via Papireto 10, orari: 16/19) la mostra di fotografia/backstage “Tablo” di Elisabetta Errante. Studio 71.//Fino al 24 maggio, da Studio 71 (via Fuxa 9), Senso, installazioni di Filli Cusenza. Palazzo Sant’Elia: Fino al 24 maggio (orari: 9/18), a Palazzo Sant’Elia (via Maqueda 81), la collettiva di pittura “Fuori dall’ombra 2”. La collettiva di fotografia “Lo sguardo e la luce 2015”. La collettiva d’incisione “Incisori a Palazzo Sant’Elia”. “Nel segno della memoria” disegni di personaggi illustri ospiti al Grand Hotel Des Palmes. Collezione di Toti Librizzi.
-
Anche spettacoli per la Settimana delle Culture: alle 18, nella Sala Onu del Teatro Massimo, è in programma “Acoustic Duo”, concerto per chitarre di Andrea Quartarone e Carlo Fimiani. I due chitarristi di fama internazionale hanno dato vita a questo progetto, culminato anche in un lavoro discografico, in cui si fondono classica e jazz con toni mediterranei, mettendo in luce la matrice culturale della Magna Grecia. Alle 21, al Teatro Lelio (via Furitano), andrà in scena “Non ti pago” di Eduardo De Filippo, allestimento della commedia e regia di Claudio Ambrosetti.

Appuntamenti
Oggi alle 17 al Centro di cinematografia, la cerimonia di consegna dei diplomi agli undici allievi del corso 2012-2014. Sarà conferito il diploma honoris causa al regista francese Jean-Marie Straub. Saranno proiettati i trailer dei documentari dei neo-diplomati: Martina Amato, Riccardo Cannella, Cecilia Grasso, Nunzio Gringeri, Leandro Picarella, Giovanni Rosa, Domenico Rizzo, Sergio Ruffino, Giovanni Totaro, Davide Vigore. Presenti, tra gli altri, l’assessore regionale Cleo Li Calzi, il sindaco Orlando, Stefano Rulli, Caterina D’Amico, Marcello Foti, il regista Robertò Andò.
-
Investire su infrastrutture sicure e moderne, collegamenti fra le città dell’isola ma anche banda larga e wifi: se ne discuterà dalle 16 nella sala Gialla del palazzo dei Normanni (piazza del Parlamento) nel corso del convegno “Beni culturali e turismo, infrastrutture materiali e immateriali per lo sviluppo della Sicilia”. All’iniziativa, promossa dal PD, partecipano gli assessori regionali Cleo Li Calzi (Turismo), Antonio Purpura (Beni culturali) e Giovanni Pizzo (Infrastrutture), il dirigente generale Vincenzo Falgares. Coordina il presidente del PD Baldo Gucciardi.

Schermi
Stasera e mercoledì alle 18,30 e alle 21,15 al cinema Aurora di Tommaso Natale e domani alle 16,30/18,30/ 20,40/22,45 all’Igiea Lido di via Ammiraglio Rizzo si proietta “L’amore non perdona” filma drammatico di Stefano Consiglio. Produzione italo francese con Ariane Ascaride, Helmi Dridi, Francesca Inaudi e Carmine Maringola. Adriana è una donna di quasi sessant’anni: francese di nascita, vive in Italia, ha una figlia, un nipote e un lavoro da infermiera. Un giorno, conosce Mohamed, un giovane arabo di trent’anni: tra i due nasce una storia destinata a dare scandalo.

Da sentire
Stasera alle 17,15 e domani alle 21,15 al Politeama Garibaldi ritorna il violoncellista Giovanni Sollima con il Quartetto Bernini (Marco Serino e Yoko Ichihara ai violino, Gianluca Saggini alla viola e Valeriano Taddeo al violoncello). Da sempre profondo conoscitore di Luigi Boccherini, Sollima ha scelto il suo “Quintetto in do maggiore op. 28 n. 4” per il suo ritorno al repertorio fra classicismo e romanticismo. Quindi, il recente “After “Gretchen an Spinnrade” (composto da Sollima a partire dal Lied di Schubert), in prima esecuzione, per chiudere con il “Quintetto in do maggiore Dv. 956” di Schubert.
-
Stasera alle 20,30 da Spillo (cortile san Giovanni degli Eremiti) concerto dei giovani talenti della Music Academy, la nota scuola di musica diretta da Germano Seggio. Parteciperanno tutte le classi di chitarra, basso, canto, batteria e pianoforte della scuola. A condurre la serata saranno musicisti di esperienza (che sono anche docenti della scuola) come Fabio Lannino (basso), Germano Seggio (chitarra), Gabriella Portallo (voce). Infine, ci sarà anche spazio per un mini showcase de "I Kalvi", band palermitana che presenterà una parte dell’ ultimo lavoro discografico “Music For Highways”.

Da vedere
Alla galleria Di Bella (via Isidoro la Lumia 94) la mostra“Piegare nel tempo” di Cesare Berlingeri. 20 opere che ripercorrono 15 anni di attività dell’artista. “Quando iniziai a piegare i miei dipinti – dice Berlingeri – ero affascinato dal fatto che un quadro dovesse nascondersi in sé. I dipinti piegati non hanno dimora, s'impossessano dello spazio”. Dai primi pezzi, alle piegature su tela fino ai cuscini. La mostra, a cura di Jacopo Russo, chiude il 12 giugno.
-
Al Margaret Café (via Madonia) di Terrasini si potrà visitare fino a sabato prossimo, la mostra di pittura “Nove maggio. Il filo rosso non si ferma ai bordi del quadro” di Pino Manzella, a cura dell’associazione AsaDin. Pino Manzella è un artista di Cinisi autentico e sognatore. E’ stato amico e compagno di lotta di Peppino Impastato. Durante tutti questi anni, con le sue opere, ha contribuito a mantenere vivo il ricordo di Peppino e di quell’impegno contro la mafia e per il cambiamento dell’esistente che quei coraggiosi giovani del circolo “Musica e cultura” portavano avanti.
-
"La mia natura" é il titolo della mostra d'arte del pittore Giuseppe Bartocci ospitata nel verde dell’antico giardino sede dei vivai Lo Porto (corso Calatafimi 262). 20 tele in cui l'artista ha focalizzato l’attenzione sugli alberi e sui paesaggi mettendosi ancora una in volta in gioco con uno stile del tutto personale vivo di colori e non solo, anche senza dimenticare ciò che la natura subisce quotidianamente. La mostra è aperta oggi dalle 9 alle 13. Alla Libreria del Mare della Cala, la personale di pittura di Maurizio Brancato, “Isole”. Una selezione di dipinti, nei quali i plastici delle isole, rigorosamente in scala, fluttuano su mari di colori acrilici. Ustica isolata, le Egadi, le Pelagie e le Eolie. Fino al 21 maggio.
-
Alla terza edizione di «Verso lo Zenith. Il soffio divino dell’arte», mostra d’arte che si svolge a Monreale da oggi al 22 maggio, parteciperanno anche i termitani Giovanni Salamò, Giuseppina Onorato e Maria Antonietta Onorato. La mostra, a cura di Francesca Mezzatesta è patrocinata dal comune di Monreale alla galleria civica Sciortino. Salamò sarà presente con le due opere “Il tramonto” e “La cattedrale di Cefalù”; Onorato con “La luce nell’arte è vita” e Maria Terrana con le tele “Pace interiore ...sale della vita” e “La finestra sul giardino”, e con due abiti da lei dipinti.
-
Una mostra organizzata dal movimento Presenza del Vangelo e dall'Ufficio per l'insegnamento della religione cattolica della Diocesi, che coinvolge scuole di varie parti del mondo che hanno presentato elaborati sul tema "Un'immagine per la Parola di Dio". La mostra è dedicata a padre Pino Puglisi, che guidava il movimento e durerà fino a sabato (ogni giorno 9-20, ingresso libero).
-
Allo Studio Bazan di via Massimo D’Azeglio 7, la personale di Lucia Ragusa, “Giardini mediterranei”, curata da Arnaldo Romani Brizzi. La mostra è composta da 25 opere, olio su tela, tavola, cartone. Si potrà visitare, invece, fino al 15 maggio allo spazio di Giuseppe Veniero (piazza Cassa di Risparmio 21) una nuova personale di Michelangelo Galliani, “Oratorio dell’inganno” ispirata al vicino oratorio di San Lorenzo da cui fu trafugata, nel 1969, la “Natività” del Caravaggio. È stata la sacralità del luogo a far accendere in Galliani la scintilla: l’artista emiliano presenta una decina di sculture in marmo e piombo, tutte inedite, esposte a parete, salvo una, collocata al centro, fulcro dell’intera esposizione.
-
Fino al 15 maggio, alla Bartolo Chichi - art & photo gallery (via Vann’Antò 16) si può visitare la collettiva fotografica “Universe – H2O” che raccoglie gli scatti di Liana Bianconi, Graziella Costanzo, Francesco Giambalvo, Laura Incandela, Maricò Panzarella, Floriana Prestigiacomo e Silvia Sangregorio, tutte immagini legate all’acqua. I fotografi hanno “galleggiato” in una dimensione abbondante come quella dell’acqua e ispirati da temporanei fenomeni e attrazioni, hanno incorniciato infiniti zampilli di momentanea natura. In biologia l’universo dell’acqua è un complesso fondamentale per tutti gli esseri viventi del pianeta. !Universe – H2O” dimostra che l’arte non può essere separata dalle cellule del sistema.
-
Gli artisti Michelangelo Balistreri, Giovanna Calabretta, Salvatore Calò, Ferdinando e Francesca Caronia, Vincenzo De Guardi, Paola La Monica, Gabriella Lupinacci, Rosalia Marchiafava, Letizia Marchione, Giusy Megna, Gianni Provenzano, Mariella Ramondo, Rosario Trapani, Loredana Troia, Felicia Vadalà e Giovanni Ventimiglia presentano le loro libere creazioni artistiche ispirate alla figura di padre Pino Puglisi. La collettiva che le ospita si intitola “La forza dell'amore - in memoria di Padre Puglisi” ed è ospitata nella chiesa di Sant'Ippolito al Capo (via Porta Carini 33) dove resterà fino al 25 maggio. Da martedì a venerdì 8/12, domenica 8,30/12, venerdì anche 16/18,30.
-
Alla galleria XXS (via XX settembre 13), “Palermo. Polaroid Art” di Anna Fici, una mostra su Palermo e i suoi dintorni raccolta in 22 polaroid in originale, lavorate a mano in fase di sviluppo; e di 11 stampe fine art con il marchio Digigraphie. Un lavoro fotografico che, come tutti i lavori realizzati con le tecniche di manipolazione delle Polaroid, mette insieme arti e linguaggi differenti: la fotografia dello scatto di partenza, le tecniche di incisione con cui l’artista ha scolpito l’emulsione polaroid nella fase del suo sviluppo, il gusto pittorico complessivo che ha guidato la realizzazione delle opere. Purtroppo da alcuni anni le pellicole Polaroid non vengono più prodotte e le opere realizzate prima della loro scomparsa sono uniche perché il procedimento non è più realizzabile. Fino al 17 maggio.
-
Al museo di Villa Cattolica, a Bagheria, è in corso la grande mostra “Guttuso – ritratti e autoritratti”, a cura di Dora Favatella Lo Cascio e Fabio Carapezza Guttuso, terzo degli appuntamenti degli “Itinerari Guttusiani”. Oltre 70 tra ritratti e autoritratti del grande artista bagherese, a partire dal ritratto “Gioacchino Guttuso Agrimensore”, olio su tela che rappresenta il padre di Guttuso, per poi passare ad una carrellata di volti, noti e meno noti, che raccontano sodalizi, amicizie, amori, passioni e sullo sfondo, l’estrema sicilianità dell’artista. Da Moravia a Neruda, dai genitori ai colleghi pittori. Fino al 21 giugno 2015, tutti i giorni dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 19. Biglietti: 5/4/2 euro. Info: 091943609.
-
La Via Crucis, o “via della croce”, è un rito che propone una riflessione sul percorso doloroso di Gesù Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota. Durante la Settimana Santa i cristiani pregano di fronte a quattordici immagini, dette “stazioni” della passione di Cristo. Le opere di Fernando Botero raccolte per l’esposizione “VIA CRUCIS la pasión de Cristo” rappresentano una svolta nella carriera dell’artista, senza per questo mettere in ombra il tratto originale e peculiare del linguaggio che lo ha reso famoso. E’ possibile ammirare la mostra al Complesso Monumentale Palazzo Reale, Cappella Palatina fino al 21 giugno. Da lunedì al sabato dalle ore 8.15 alle ore 17.40 (ultimo biglietto ore 17.00). Domenica e festivi dalle ore 8.15 alle ore 13.00 (ultimo biglietto ore 12.15).
-
NOVE è il titolo di un ampio progetto - promosso dall’Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana e realizzato dal Museo Regionale d'Arte Contemporanea Palazzo Belmonte Riso, dalla Galleria d’Arte Moderna di Palermo e dall’Associazione Ars Mediterranea, in collaborazione con la RizzutoGallery - che ha al centro il lavoro del fotografo Davide Bramante e costituisce un momento significativo nella sua prolifica e cosmopolita carriera. Bramante realizza le sue opere fotografiche con la tecnica della esposizione multipla in fase di ripresa, risultato di più scatti (da quattro a nove) sulla stessa porzione di pellicola, caratteristica distintiva unica che ha assicurato a Bramante un posto più che meritato nella fotografia d’arte. Ne risultanovisioni simultanee di grandi città, porzioni assemblate dei suoi tanti viaggi e dei suoi pensieri, opere d’arte suggestive e seducenti dove i luoghi più rappresentativi di ogni città riescono a convivere diventando interpretazioni dello spirito collettivo. La sovrapposizione è una delle tecniche più affascinanti della fotografia ma usata molto di più nel cinema. Bramante la usa per uscire, andare in giro per il mondo e catturare immagini, e invece che ricondurle a un reportage documentario, lo fa diventare un’opera a parte, un altro mondo.La mostra è visitabile fino al 17 maggio alla Gam.

A teatro
Nei week end (da giovedì a domenica) fino al 7 giugno, Sergio Vespertino e Paride Benassai in "Alla faccia nostra", musiche di Lello Analfino. Spampinato e Valenza sono due vicini di casa che si detestano per poco e si odiano per tutto. Il destino paradossale vuole che i due, chissà come, si ritrovino nello stesso sogno. Nella realtà collezionano un’infinità di dispetti reciproci, ma nel sogno si incontrano senza riconoscersi. Valenza è il carnefice e Spampinato è la vittima… 18/14 euro.
-
Fino al 7 giugno al teatro Agricantus ogni giovedì, venerdì e sabato alle ore 21.30 e ogni domenica alle ore 18.45 ci sarà lo spettacolo “Alla faccia nostra” con Sergio Vespertino e Paride Benassai .
-
Ultimo appuntamento di stagione per il Teatro al Massimo dove stasera alle 21,15 debutta "L'altalena" di Nino Martoglio. In scena fino al 17 maggio, un cast di dieci attori capitanati da Pippo Pattavina che cura anche la regia dello spettacolo prodotto dal Teatro. “L’altalena” - scrive Pattavina - potrebbe essere una storia d’altri tempi, se Martoglio non vi avesse inserito con grande abilità teatrale due barbieri “giovani di bottega” Ninu e Pitirru, al servizio del principale Neli, costruendo una serie di situazioni esilaranti che ripropongono tipi e macchiette della Catania d’inizio secolo”.

CATANIA
Da vedere
A Catania è in arrivo per Pasqua una nuova “covata d’autore”. Si tratta di cinquanta straordinarie opere d’arte dedicate, ispirate e concepite intorno ad altrettante uova di struzzo: è l’originale collezione raccolta negli ultimi tre anni dalla stilista Marella Ferrera che ha riunito intorno al progetto protagonisti del mondo dell’arte, della musica, del teatro, del cinema, del design e dell’alta cucina. LeUova d’autore2, dopo la fortunata edizione del 2012, saranno esposte, dal 28 marzo al 28 luglio al MF Museum & Fashion, l’atelier-museo di Catania che la Ferrera ha creato dal sapiente recupero dello spirito del museo settecentesco del Principe di Biscari. In mostra cinquanta opere e installazioni dove l’uovo di struzzo – proveniente ancora una volta dai due struzzi femmina Bibì e Bubù “adottati” dalla stilista - è il pretesto creativo intorno a cui dire e raccontare. Ma più spesso anche per raccontarsi. La mostra sarà visitabile da martedì a domenica, dalle 10 alle 19. Lunedì chiuso. Biglietto unico 3 euro.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X