Giovedì, 07 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Video Cultura Francesco De Gregori in Sicilia: concerto a Palermo e Catania - Video

Francesco De Gregori in Sicilia: concerto a Palermo e Catania - Video

PALERMO

Da sentire
Un gradito ritorno per tutti gli appassionati: mancava da qualche anno ma il Politeama stasera alle 21,30 ospiterà Francesco De Gregori per la prima delle due tappe siciliane (l’altra domani sera al Metropolitan di Catania). Francesco De Gregori presenta live “Vivavoce”, il doppio album (già Disco di platino) in cui il cantautore rivisita con arrangiamenti inediti, 28 tra i più importanti e significativi brani del suo repertorio. Il “disco che avevo in mente da una vita” cioè “un disco di cover di me stesso” come lo ha definito lo stesso De Gregori: la rivisitazione di alcune canzoni che hanno segnato la vita (e il gusto) di molti: da “Alice” a “La leva calcistica della classe '68” a “Niente da capire”, “Generale”, “Caterina”, “Buonanotte fiorellino”, “Santa Lucia” “Titanic”, “La donna cannone” e “Viva l’Italia”.
-
Stasera alle 18 alla Feltrinelli Libri&Musica, via Cavour 133, per il ciclo “Vincenzo Bellini suona alla Feltrinelli”, si esibiranno i giovani concertisti Giovanni Conciauro al pianoforte, Lorena Bellina e Alessandro Lo Giudice ai flauti. Concerto è stato organizzato dal Conservatorio Vincenzo Bellini. Domani alle 18 si presenta invece “Mafia e coop rosse”, racconto su la Prima Repubblica, tangentopoli e il disegno per distruggere le cooperative. Gli autori Elio Sanfilippo e Nino Caleca ne parlano con Giovanni Pepi ed Erasmo Palazzotto. Modera Laura Sirignano.
-
III edizione del "Festival...nonostante tutto noi cantiamo", ideato da Massimo Minutella al Teatro Savio (via Evangelista Di Blasi). Due serate, stasera e domani dalle 21,30: nella prima, 10 artisti in gara, 4 passeranno il turno per la finale, gli altri diventeranno giurati. Sul palco, accompagnati dalla LAB Orchestra diretta da Antonio Zarcone, si metteranno in gioco Toti e Totino, I soldi spicci, Giovanni Cangialosi, Sergio Vespertino, Gianni Nanfa, Antonio Pandolfo, Ernesto Maria Ponte, Carista e Salemi, le Action Girls (Cinzia Gizzi, Eliana Chiavetta e Giulia Teri) e I Petrolini. Il pubblico voterà al 334.829.0829.

Schermi
Si apre stasera alle 21 Centro studi narrazione Le città invisibili, in via Evangelista Torricelli 32, “L’anti-Euclide”, rassegna cinematografica a cura di Corrimano edizioni, che durerà fino al 29 giugno: la scelta dei film è caduta su pellicole legate ad un cinema immune alla “costruzione”, refrattario al lustro, dedito al fenomeno, assegnato al repentino. Che disdegna di muoversi su cingoli, rotaie, ma procede con sgambettamenti, storte. Si inizia con “Un matrimonio” di Robert Altman: pellicola surreale che ruota attorno alle nozze di due rampolli di differente estrazione sociale; tipi e caratteristi diversi per una cerimonia senza senso. Biglietti: tessera 20 euro, singolo film 4 euro. Info: 333. 3256398 info@lecittainvisibili.com.
-
Stasera e mercoledì alle 18,30 e alle 21,15 al cinema Aurora di Tommaso Natale e domani alle 16,30/18,30/ 20,40/ e 22,45 all’Igiea Lido di via Ammiraglio Rizzo si proietta “Mommy”, pellicola e vento già nei primi giorni di uscita dopo essere stato presentato al Festival di Cannes, un vero e proprio cult per gli amanti del genere. Regia di Xavier Dolan, con Anne Dorval e Antoine-Olivier Pilon. Diane è una madre single, una donna dal look aggressivo, ancora piacente ma poco capace di gestire la propria vita. Vedova, sta allevando da sola il figlio, un turbolento quindicenne affetto dalla sindrome da deficit di attenzione; troverà una nuova speranza quando Kyle, una vicina misteriosa e balbuziente, si inserisce nella sua famiglia.

Appuntamenti
Oggi dalle 10 nell’ambito della “Settimana culturale tunisina” ai Cantieri della Zisa ci sarà l’apertura del villaggio berbero. Alle 17 la presentazione del libro di Mondher Kilani “Quaderni di Rivoluzione. Il caso tunisino e l’emancipazione nel mondo contemporaneo”. Alle 19,30 ci sarà lo spettacolo del gruppo “Marsallah”. Ingresso libero.
-
In questo mese riprendono le visite serali sui tetti della Cattedrale. La visita permetterà non solo di scoprire gli elementi artistici architettonici delle pareti esterne della Cattedrale, ma anche di ammirare dall'alto la città con le sue ricchezze paesaggistiche e monumentali. Proprio oggi sarà possibile la visita, dalle 21 alle 24 (ultimo ingresso alle 23,30). Costo: 5 euro. Per il tour non  è prevista prenotazione. Per info rivolgersi dalle 9 alle 17 al servizio di accoglienza turistica, al numero 329.3977513 o alla e-mail:tourcattedrale@diocesipa.it Da lunedì a sabato visite dalle 10 alle 17, a meno che non ci siano cattive condizioni meteorologiche. La visita non è consentita ai cardiopatici, a chi soffre di claustrofobia, vertigini, disabilità psicofisica, attacchi di ansia.
-
Oggi dalle 9,30, a palazzo dei Normanni (piazza del Parlamento) la Confederazione italiana agricoltori organizza l'iniziativa “Gli agricoltori italiani in ricordo di Portella della Ginestra. Legalità, dignità, lavoro, sviluppo”. Interverranno fra gli altri il presidente della Cia nazionale Dino Scanavino, il presidente di Cia Sicilia Rosa Giovanna Castagna, il presidente della Regione, Rosario Crocetta, il sindaco Leoluca Orlando e il presidente della Cia Palermo Antonino Cossentino. “Confermiamo il nostro impegno – spiega Cossentino – nell’azione di contrasto alla mafia e di tutte quelle realtà che si sono battute per estirpare il fenomeno mafioso dalle nostre terre e rilanciamo l’idea della Banca della Terra”.
-
Stasera alle 17,30 a Villa Malfitano (via Dante 167) consegna del XXX Premio Ester Mazzoleni al compositore Marco Betta e al mezzosoprano Luciana D'Intino, protagonista della “Cavalleria Rusticana”, appena conclusa al Teatro Massimo. Concerto delle cantanti Adriana Calì e Alessia Sparacio, accompagnate da Calogero Di Liberto al pianoforte. Musiche di Cilea, Gounod, Verdi, Liszt, Catalani, Ponchielli, Mascagni. per la prima volta verranno eseguite tre liriche inedite di Marco Betta su testo di Salvatore Aiello: “Fatima”, “A te che ci sei e sei”, “Che cosa resterà di me”. Ingresso libero.
-
Stasera alle 21,30, dopo la celebrazione eucaristica in Basilica, a Collesano, il parroco don Franco Mogavero e il suo vice don Salvatore Spagnuolo, guideranno una fiaccolata, in memoria degli avvenimenti prodigiosi attribuiti all’intercessione della Madonna, che si svolsero nella notte del 27 aprile 1571. Quest’anno ricorre il 444° anniversario dai miracoli; in ricordo, un autore ignote dipinse la tela che rappresenta la scena dell’Annunciazione. Il corteo si muoverà per viuzze e stradine del centro storico e partirà dalla piazza antistante la chiesa di Santa Maria La Vecchia.
-
“Eclissi tra sole e luna” è il titolo dell’edizione annuale della conferenza pubblica di divulgazione della scienza "Premio nazionale per le scienze astronomiche G. B. Hodierna”. L’edizione numero cinque del premio si terrà giovedì prossimo all’auditorium comunale “Maria Saita” di Roccapalumba. Il riconoscimento è rivolto alle scuole ed ai giovani che si occupano di ricerca astronomica e scientifica. Parteciperanno astronomi, scienziati e astrofici di fama internazionale, nomi importanti come Walter Ferreri, Antonio Del popolo e Antonio Maggio.

Da vedere
Al museo di Villa Cattolica, a Bagheria, è in corso la grande mostra “Guttuso – ritratti e autoritratti”, a cura di Dora Favatella Lo Cascio e Fabio Carapezza Guttuso, terzo degli appuntamenti degli “Itinerari Guttusiani”. Oltre 70 tra ritratti e autoritratti del grande artista bagherese, a partire dal ritratto “Gioacchino Guttuso Agrimensore”, olio su tela che rappresenta il padre di Guttuso, per poi passare ad una carrellata di volti, noti e meno noti, che raccontano sodalizi, amicizie, amori, passioni e sullo sfondo, l’estrema sicilianità dell’artista. Da Moravia a Neruda, dai genitori ai colleghi pittori. Fino al 21 giugno 2015, tutti i giorni dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 19. Biglietti: 5/4/2 euro. Info: 091943609.
-
Da Le Mosche (via Mariano Stabile 92) collettiva di grafica, pittura, scultura, e performance live. “Il corpo offeso” indaga il corpo umano nella sua dimensione più realistica e impietosa. Nessuna concessione a mode o a tendenze: la collettiva scandaglia la corporeità nei suoi aspetti patologici. Opere di Tino Signorini, Roberto Fontana, Isa Kaos, Gaetano Costa, Nino Russo, Paolo Madonia, Thibault Delferiere, Simona D’Amico e Simone Mannino, Olivier de Sagazan, Phlippe Berson, Cesare Inzerillo, Nicola Pucci, Michele Ciacciofera e Giulia Ravazzolo. A cura di Salvo Ferlito. Fino al 24 maggio, dalle 17 alle 20 (prenotazione: (335.7724095). Alle 21,30, terzo concerto pubblico in 15 anni, dei Quindici&Diciotto, combo zoologico di musica in camera.
-
Si potrà visitare da oggi, tra lo spazio Zac dei Cantieri della Zisa (via Paolo Gili 4) e la Gam (piazza Sant’ Anna) il progetto espositivo “Estoy Viva” di Regina Galindo, curato da Diego Sileo, Eugenio Viola (la performance “Raíces” all’Orto Botanico era curata da Giulia Ingarao, Paola Nicita, Diego Sileo). L’artista guatemalteca presenta, con alcune azioni più conosciute (“Quien puede borrar las huellas?”, “Perra”, “Looting”), una serie di inediti in Italia (“Proxémica”, “Verstecken”), le foto della controversa performance per il PAC di Milano, e la première assoluta del video di “Combustible”). Articolata in 5 sezioni (Politica, Donna, Violenza, Organico e Morte), la mostra si sviluppa lungo 60 lavori tra video, fotografie e sculture. L’opera “descensión” è allestita alla Gam. (l’opera nella foto di Liliana Zaragoza Cano).
-
Due capolavori ritrovati, uno di Pietro Novelli e l’altro di Jusepe de Ribera detto lo Spagnoletto, sono per la prima volta in mostra al museo Mandralisca di Cefalù. Le due opere provengono da villa Sant’Isidoro De Cordova di Bagheria. Lo storico dell’arte Vincenzo Abbate ha ora attribuito i due oli su tela del XVII secolo. L’opera di Pietro Novelli, raffigura Davide che mostra la testa recisa di Golia. L’altro dipinto attribuito allo Spagnoletto è un San Sebastiano martirizzato. I due tesori ritrovati saranno esposti al Mandralisca fino al 31 maggio, dalle 9 alle 19, anche oggi e il 1° maggio.
-
Al teatro Garibaldi è possibile visitare la mostra “Il luogo esatto. 100 anni di Tedeusz Kantor” . ci saranno in mostra opere di Simona D’Amico, Philippe Berson, Cesare Inzerillo, Simone Mannino a cura di Marcello Faletra. C’è tempo fino al 3 maggio. Locali aperti dal lunedì al sabato dalle 17 alle 19,30. Sabato è necessario fissare appuntamento.
-
Concepito per innescare dei meccanismi virtuosi tra artisti e non addetti ai lavori, alla ricerca di un contatto diretto con i fruitori, lontano da musei e dalle gallerie. L’arte esce dai luoghi consacrati per diventare una risorsa a portata di tutti, non più materia in mano di una élite. Ha questo rivoluzionario obiettivo la mostra di pittura “Ventodarte” di Kino Mistral, artista di origini milanesi, tanto amato anche in Sicilia.Ideazione Gigliola Beniamino Magistrelli. In vetrina venti tele, che avranno come casa gli spazi del centro commerciale Conca D’Oro di via Lanza di Scalea, a Palermo. La mostra sarà visitabile sino al 3 maggio.
-
La Via Crucis, o “via della croce”, è un rito che propone una riflessione sul percorso doloroso di Gesù Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota. Durante la Settimana Santa i cristiani pregano di fronte a quattordici immagini, dette “stazioni” della passione di Cristo. Le opere di Fernando Botero raccolte per l’esposizione “VIA CRUCIS la pasión de Cristo” rappresentano una svolta nella carriera dell’artista, senza per questo mettere in ombra il tratto originale e peculiare del linguaggio che lo ha reso famoso. E’ possibile ammirare la mostra al Complesso Monumentale Palazzo Reale, Cappella Palatina fino al 21 giugno. Da lunedì al sabato dalle ore 8.15 alle ore 17.40 (ultimo biglietto ore 17.00). Domenica e festivi dalle ore 8.15 alle ore 13.00 (ultimo biglietto ore 12.15).
-
NOVE è il titolo di un ampio progetto - promosso dall’Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana e realizzato dal Museo Regionale d'Arte Contemporanea Palazzo Belmonte Riso, dalla Galleria d’Arte Moderna di Palermo e dall’Associazione Ars Mediterranea, in collaborazione con la RizzutoGallery - che ha al centro il lavoro del fotografo Davide Bramante e costituisce un momento significativo nella sua prolifica e cosmopolita carriera. Bramante realizza le sue opere fotografiche con la tecnica della esposizione multipla in fase di ripresa, risultato di più scatti (da quattro a nove) sulla stessa porzione di pellicola, caratteristica distintiva unica che ha assicurato a Bramante un posto più che meritato nella fotografia d’arte. Ne risultanovisioni simultanee di grandi città, porzioni assemblate dei suoi tanti viaggi e dei suoi pensieri, opere d’arte suggestive e seducenti dove i luoghi più rappresentativi di ogni città riescono a convivere diventando interpretazioni dello spirito collettivo. La sovrapposizione è una delle tecniche più affascinanti della fotografia ma usata molto di più nel cinema. Bramante la usa per uscire, andare in giro per il mondo e catturare immagini, e invece che ricondurle a un reportage documentario, lo fa diventare un’opera a parte, un altro mondo. La mostra è visitabile fino al 3 maggio al Riso, al 17 maggio alla Gam.

A teatro
Le Toréador" e "Cavalleria Rusticana", sono le due opere che debuttano al Teatro Massimo di Palermo. Appuntamento alle 21,30. Biglietti da 38, 50 euro a 137 euro.
-
Fino al 7 giugno al teatro Agricantus ogni giovedì, venerdì e sabato alle ore 21.30 e ogni domenica alle ore 18.45 ci sarà lo spettacolo “Alla faccia nostra” con Sergio Vespertino e Paride Benassai .

Da leggere
Domani alle 9, a Villa Boscogrande, si chiude il progetto “La finestra sul cortile”, finanziato da Fondazione Con il Sud e promosso da “Shalom”. A conclusione del progetto (rivolto a 45 minori dell’area penale esterna), addetti ai lavori, esperti di legalità e autorità presenzieranno al workshop che tirerà le somme sul percorso di recupero. Partecipano Martino Lo Cascio, Marco Imperiale, Francesco Rivolo, Rosalba Salierno, Andrea Ciantar, Girolamo Di Giovanni, Fosca Medizza e Daniela Crimi. Si presenta il libro "La finestra sul cortile” di Stefania Covello; modera Alessandra Ferraro.
-
Oggi dalle 17 a Palazzo Branciforte ci sarà la presentazione del libro di Federico De Roberto e Ernesta Valle, "Si dubita sempre delle cose più belle. Parole d'amore e di letteratura", a cura di Sarah Zappulla Muscarà e Enzo Zappulla (Bompiani). Saranno presenti Anna Bonaiuto e Vincenzo Pirrotta, Gaetano De Bernardis e Tommaso Romano. Ingresso libero.

CATANIA
Da vedere
A Catania è in arrivo per Pasqua una nuova “covata d’autore”. Si tratta di cinquanta straordinarie opere d’arte dedicate, ispirate e concepite intorno ad altrettante uova di struzzo: è l’originale collezione raccolta negli ultimi tre anni dalla stilista Marella Ferrera che ha riunito intorno al progetto protagonisti del mondo dell’arte, della musica, del teatro, del cinema, del design e dell’alta cucina. LeUova d’autore2, dopo la fortunata edizione del 2012, saranno esposte, dal 28 marzo al 28 luglio al MF Museum & Fashion, l’atelier-museo di Catania che la Ferrera ha creato dal sapiente recupero dello spirito del museo settecentesco del Principe di Biscari. In mostra cinquanta opere e installazioni dove l’uovo di struzzo – proveniente ancora una volta dai due struzzi femmina Bibì e Bubù “adottati” dalla stilista - è il pretesto creativo intorno a cui dire e raccontare. Ma più spesso anche per raccontarsi. La mostra sarà visitabile da martedì a domenica, dalle 10 alle 19. Lunedì chiuso. Biglietto unico 3 euro.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X