Giovedì, 22 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca YouPol, adesso l'App della polizia serve anche per segnalare le violenze domestiche

YouPol, adesso l'App della polizia serve anche per segnalare le violenze domestiche

L'App della polizia di Stato creata per contrastare bullismo e spaccio di sostanze stupefacenti nelle scuole si arricchisce e in piena emergenza Coronavirus, in considerazione che i cittadini rimangono a casa in ottemperanza alle indicazioni governative, viene in soccorso di chi subisce violenze domestiche.

L'applicazione è caratterizzata dalla possibilità di trasmettere in tempo reale messaggi ed immagini agli operatori della Polizia di Stato. Le segnalazioni sono automaticamente geo-referenziate, ma è possibile per l’utente modificare il luogo dove sono avvenuti i fatti.

Si può anche chiamare direttamente il NUE e dove non è ancora attivo risponderà la sala operativa 113 della Questura. Tutte le segnalazioni vengono ricevute dalla Sala Operativa della Questura competente per territorio.

È prevista la possibilità di segnalare in forma anonima. A utilizzare l'App e a segnalare può essere anche chi è stato testimone diretto o indiretto, ad esempio i vicini di casa, inviando un messaggio anche con foto e video.

Il dispositivo è facilmente installabile su tutti gli smartphone e tablet accedendo alle piattaforme per i sistemi operativi IOS e Android.

 

© Riproduzione riservata

TAG:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X