Sabato, 13 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Video Calcio Lega Dilettanti, Morgana: "In Sicilia pronti nuclei di studio contro la violenza"

Lega Dilettanti, Morgana: "In Sicilia pronti nuclei di studio contro la violenza"

"Abbiamo deciso di varare un progetto che si chiamerà 'Uniti contro la violenza per costruire un calcio migliore', lo scopo è quello di costituire in ogni delegazione provinciale dei nuclei di studio tendenti a una diffusione di una cultura dello sport". Lo ha annunciato il presidente della Federazione italiana gioco calcio Lega nazionale dilettanti, Sandro Morgana, nel corso della conferenza stampa di fine stagione nella sede regionale del Comitato a Ficarazzi.

A spingere la nascita del progetto è stata la riflessione scaturita dai 34 episodi di violenza che hanno caratterizzato la stagione sui campi siciliani. A proposito degli impianti sportivi regionali, inoltre, Morgana ha sottolineato che "gli investimenti sono prioritari e necessari per garantire strutture all'avanguardia, come quella inaugurata a Collesano - sono state le sue parole - per il movimento regionale è stata una stagione straordinaria. Un grazie alle società che hanno seguito tutte le prescrizioni sanitarie e condiviso la nostra ferrea volontà di riprendere a giocare in sicurezza. Devo ringraziare tutte le componenti federali per il lavoro encomiabile che è stato profuso in tutto l'anno".

I campionati si sono conclusi regolarmente, le coppe sono state tutte assegnate. "La tutela della salute è stata prioritaria - ha sottolineato Morgana -. Ci siamo fermati con senso di responsabilità per tre settimane a gennaio perché il virus era diventato impattante". Fra gli obiettivi raggiunti, il presidente regionale della Figc mette anche la formazione: "Oltre 200 dirigenti - ha detto - sono stati preparati. I corsi sono stati organizzati in sinergia con l'Università di Palermo e con la Scuola Palermitana di Diritto Sportivo, diretta da Laura Santoro. Abbiamo fatto un salto di qualità: non più dilettanti allo sbaraglio, ma dirigenti seri e preparati. Bene anche il progetto Ragazze con i tacchetti che ha prodotto un incremento importante di tesserate: 220 bambine si sono avvicinate al calcio e quindi integreremo questo settore con un ulteriore finanziamento".

Fra i punti programmatici per il futuro, Morgana ha lanciato la riforma del settore giovanile che dal campionato 2023/2024 vedrà la nascita dei campionati Elite. "Ritengo questo passaggio importante per migliorare il sistema calcio - ha concluso- Come sono convinto che abbia pagato la scelta di ridurre gli organici e di limitare i ripescaggi".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X