Lunedì, 30 Marzo 2020
stampa
Dimensione testo

Viaggi

Home Viaggi Apre al pubblico Villa reale Marlia,dimora sorella Napoleone

Apre al pubblico Villa reale Marlia,dimora sorella Napoleone

LUCCA - Un percorso museale in quella che fu la dimora di campagna di Elisa Bonaparte Baciocchi, la sorella che Napoleone rese principessa di Lucca e Piombino e poi granduchessa di Toscana e di cui quest'anno ricorre tra l'altro il bicentenario dalla morte. Dall'1 marzo, per la prima volta, la Villa reale di Marlia, a Capannori in Lucchesia, apre al pubblico stabilmente i suoi appartamenti in stile impero immersi in un parco monumentale di 16 ettari, già visitabile e che racchiude il teatro di Verzura più antico d'Europa. Così ha deciso la giovane coppia, di cittadinanza svizzera, divenuta proprietaria dello straordinario complesso architettonico e paesaggistico nel 2015.
    Inizialmente per la Villa reale - costruita nella metà del '600 dagli Orsetti, appartenuta anche ai Pecci Blunt e che in passato ha ospitato da Niccolò Paganini ai tempi della principessa Elisa a Salvador Dalì e Alberto Moravia nel '900 -, il destino era di diventare un hotel di lusso. Ma poi ha prevalso, si spiega, l'interesse culturale. Così dopo un assai imponente restauro non ancora terminato e condotto in collaborazione con la Soprintendenza di Lucca (15 i cantieri aperti per una superficie complessiva di 6000 mq per gli edifici e 16 ettari per il totale risanamento del parco), l'obiettivo, spiega il proprietario, è di fare della Villa uno dei miglior musei napoleonici in Europa e di ospitare eventi culturali o esclusivi anche nel suo parco che ospita tra l'altro una collezione di antiche camelie voluta proprio da Elisa, il Ninfeo cinquecentesco, il Giardino dei limoni risalente all'epoca barocca come il Teatro dell'acqua e quello di Verzura e una piscina in stile Art deco realizzata da Jacques Greber. Complessivamente la proprietà conta tre ville, due palazzine neoclassiche gemelle, il parco appunto, 2 cappelle, citroniere, ex scuderie, segherie e fabbricati di servizio. Il coordinamento storico-scientifico per l'allestimento del museo è stata curato dall'Associazione Napoleone ed Elisa: da Parigi alla Toscana. Dall'1 marzo villa e parco saranno aperti al pubblico tutti i giorni dalle 10 alle 18. Tra i primi eventi la partecipazione alla Mostra delle antiche camelie della Lucchesia a marzo e alcuni appuntamenti del festival musicale Lucca classica in programma tra aprile e maggio.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X