Lunedì, 16 Settembre 2019

Arte: Sacco, Asti città internazionale di cultura e turismo

Viaggi
Mostre: ad Asti Monet e gli impressionisti in Normandia
© ANSA

"Asti sarà sempre più una città internazionale della cultura, del turismo, ma anche di un'economia che si sta evolvendo". Parola di Mario Sacco, presidente della Fondazione Asti Musei, che ha portato a Palazzo Mazzetti 'Monet e gli impressionisti in Normandia'.
"Siamo partiti l'anno scorso - spiega Sacco - con le idee molto chiare: con il Comune e la Fondazione Cassa di Risparmio Asti abbiamo costituito la Fondazione Asti Musei per mettere in rete tutte le realtà museali e condividerne la gestione con un unico biglietto elettronico che consente di visitare tutti i musei. In più abbiamo deciso di portare qui, a Palazzo Mazzetti, mostre di livello internazionale: siamo partiti con Chagall e quest'anno abbiamo Monet e gli impressionisti in Normandia. Grandi mostre che proiettano Asti a città internazionale. Abbiamo avuto un riconoscimento di patrimonio dell'Unesco per i paesaggi vitivinicoli di Langhe, Monferrato e Roero. Cerchiamo di dare un impulso non solo culturale ma anche di carattere economico alle attività commerciali e artigianali".
Con una promessa: "Non vogliamo fermarci qui, stiamo già lavorando a una nuova grande mostra. Non posso anticipare nulla, ma l'obiettivo è fare di Asti il centro di grandi eventi", sottolinea il presidente della Fondazione Asti Musei.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X