Venerdì, 03 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Scienza e Tecnica

Home Scienza e Tecnica Terzo pollice robotico, il cervello impara a usarlo in un’ora

Terzo pollice robotico, il cervello impara a usarlo in un’ora

Al nostro cervello basta un’ora per imparare a suonare il pianoforte con 11 dita, ovvero usando anche un terzo pollice robotico legato alla mano: lo dimostra l’esperimento condotto dai ricercatori dell’Imperial College di Londra guidati dal neuroscienziato Aldo Faisal. I risultati, pubblicati sulla rivista Scientific Reports, aprono nuovi scenari per lo sviluppo di protesi e di dispositivi robotici che potranno potenziare le abilità manuali in ambito industriale e aerospaziale.


Il cervello impara a usare il terzo pollice robotico in un’ora (fonte: Imperial College di Londra)

Lo studio ha coinvolto 12 volontari (sei pianisti e sei persone inesperte dello strumento) a cui è stato applicato un terzo pollice robotico accanto al mignolo della mano destra, controllabile tramite i movimenti del piede. Tutti i partecipanti sono riusciti ad apprendere l’utilizzo del dispositivo nel giro di un’ora, indipendentemente dalla loro esperienza musicale: a contare è stata soprattutto l’abilità di muovere e controllare il corpo, così come la destrezza e l’agilità.

Dopo l’esperimento con il pollice robotico, “ora la domanda è se possiamo fare lo stesso con un intero braccio extra dotato di dita”, dice Faisal. “L’attuale interfaccia per il controllo del pollice è abbastanza semplice, ma ora stiamo cercando di controllarlo direttamente con i segnali del cervello, partendo dal midollo spinale o altre sorgenti”.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X