Domenica, 24 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Scienza e Tecnica

Home Scienza e Tecnica Droni per la manutenzione delle linee elettriche VIDEO

Droni per la manutenzione delle linee elettriche VIDEO

La manutenzione di linee elettriche ad alta tensione potrebbe in futuro affidata a droni in grado di scorrere lungo i cavi per monitorarne il funzionamento. Il prino passo in questa direzone è il progetto Aerial-Core, che punta a sviluppare soluzioni robotiche innovative per eliminare i rischi per gli operatori legati alla manutenzione di linee elettriche ad alta tensione. Finanziato dalla Commissione Europea con 8,6 milioni di euro, il progetto è coordinato dal Grvc Robotics Laboratory dell’Università spagnola di Siviglia e ha tra i suoi partner il Prisma Lab dell’Università Federico II di Napoli, coordinato da Bruno Siciliano,  il consorzio Create (Consorzio di Ricerca per l’Energia, l’Automazione e le Tecnologie dell’Elettromagnetismo) e lo spinoff Neabotics di Vincenzo Lippiello, dell'Università Federico II di Napoli. Aerial-Core .

 

“La maggiore difficoltà è rappresentata dalla realizzazione di sistemi che reggano il contatto con linee elettriche ad alta tensione, a migliaia di volt, senza distruggere l’elettronica a bordo del drone", osserva Lippiello. "Il velivolo in corso di sviluppo - aggiunge - sarà dotato di due braccia robotiche ultraleggere in grado di lavorare in parziale autonomia per l’esecuzione di compiti complessi, come il montaggio di dissuasori per uccelli, di distanziatori, di stazioni di ricarica per droni e per la pulizia degli isolatori delle linee ad alta tensione. Grazie al progetto Aerial-Core - conclude il ricercatore - stiamo creando tecnologie aeree che possano operare a distanza e in condizioni di sicurezza assolute, con un livello di destrezza e di forza paragonabili a quelle di un operatore umano”.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X