Giovedì, 02 Luglio 2020
stampa
Dimensione testo

Scienza e Tecnica

Home Scienza e Tecnica Trovata la materia mancante dell'universo

Trovata la materia mancante dell'universo

Scienza e Tecnica
Rappresentazione artistica di un’esplosione radio veloce (fonte: ICRAR)
© ANSA

Esplosioni cosmiche hanno permesso di rilevare la materia mancante dell'universo, ossia quella che dovrebbe esistere nell'universo e della quale si erano perse le tracce, nonostante decenni di ricerche. Si trova nello spazio fra le galassie sottoforma di gas molto rarefatto. Pubblicato sulla rivista Nature, il risultato si deve ai ricercatori coordinati da Jean-Pierre Macquart, dell'australiana Curtin University.

"Sappiamo dalle misure del Big Bang quanta materia c'era all'inizio dell'Universo", ha detto Macquart. Ma quando si osserva l'universo attuale questa materia manca all'appello. La materia mancante in questo caso è la materia 'normale', chiamata barionica, che è quella di cui sono fatte stelle, pianeti e uomo, e non la materia oscura che occupa il 25% dell'universo. Oltre a stelle e galassie, che sono luminose e quindi visibili, "si sa che nello spazio fra le stelle e tra le galassie c'è ulteriore materia barionica, ossia gas idrogeno ed elio molto disperso e che è molto difficile da vedere" ha detto all'ANSA il fisico astroparticellare Marco Pallavicini, della giunta esecutiva dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

In parte, ha aggiunto, "questo gas era stato osservato con tecniche radio, ma mancava un pezzo e questa ricerca si riferisce a questa parte mancante". I ricercatori sono riusciti a rivelare questa materia osservando le esplosioni radio veloci, brevi lampi di energia molto difficili da intercettare, grazie al radiotelescopio Askap (Australian Square Kilometer Array Pathfinder). I ricercatori, grazie a una tecnica molto sofisticata, ha spiegato Pallavicini, hanno analizzato come questi flash si propagano nello spazio intergalattico. Come se fosse un prisma, ha aggiunto, il gas fra le galassie ha proprietà di dispersione che influenzano il tempo di arrivo dei segnali radio dei flash. "Studiando questo - ha concluso - i ricercatori hanno ricostruito le proprietà del mezzo intergalattico e si sono accorti che c'è della materia e hanno rivelato circa la metà della materia che dovrebbe esserci".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X