Venerdì, 13 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

50 anni fa il lancio dell'Apollo 12, tra i fulmini

E' rimasto memorabile il lancio della missione Apollo 12. avvenuto 50 anni fa in modo spettacolare. A poche decine di secondi dal lancio, infatti, il 14 novembre 1969 il razzo Saturno V è stato attraversato da due fulmini. Il tempo era nuvoloso, ma non tempestoso, con la conseguenza che alcune strumentazioni erano state messe temporaneamente fuori gioco.

Da allora la Nasa ha messo a punto linee guida meteorologiche piu' rigide e un sistema che protegge dai fulmini e' incorporato sia nelle strutture di lancio, sia sui razzi stessi.

Nessun danno serio, comuque, ai sistemi elettronici, e la missione ha potuto proseguire regolarmente portando sul suolo lunare il secondo equipaggio, composto dal comandante Charles Conrad, il pilota del modulo di comando Richard Gordon, e il pilota del modulo lunare Alan Bean. 

Dopo un viaggio di cinque giorni, Conrad e Bean atterrarono sulla Luna il 19 novembre, mentre Gordon rimase nel modulo di comando nell'orbita lunare. L'allunaggio avvenne esattamente dove era stato previsto, nella parte sud-orientale dell'Oceano delle Tempeste, a pochi passi dal sito dove la sonda robotica americana Surveyor 3, era atterrata il 20 aprile 1967.

E' rimasta celebre la frase dell'astronauta Charles Conrad, che poggiando il piede sul suolo lunare disse: "sarà stato piccolo per Neil, ma è un gran passo per me". In seguito, spiega la Nasa sul suo sito, l'astronauta dichiarò di aver detto quella frase per vincere una scommessa fatta con un amico, dimostrandogli che non era la Nasa a scrivere i commenti degli astronauti. Conrad e Bean restarono sulla superficie della Luna per circa 32 ore, rispetto alle 21 ore dell'Apollo 11.

Durante la missione sono avvenute due passeggiate sulla superficie della Luna della durata complessiva di 5 ore e durante una delle quali Conrad e Bean hanno visitato la Surveyor 3, rimuovendo alcune parti in modo da riportarle sulla Terra. I due astronauti avevano portato sulla superficie della Luna anche la prima telecamera a colori, ma purtroppo tutti i video girati sono stati persi perché Bean puntò accidentalmente la fotocamera verso il Sole, distruggendone il sensore.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X