Lunedì, 14 Ottobre 2019

Intelligenza artificiale per aiutare malati cronici

Salute e Benessere
Intelligenza artificiale per aiutare malati cronici
© ANSA

Mettere l'intelligenza artificiale al servizio dei pazienti cronici e delle persone con fragilità, creando una figura virtuale che permetta loro di dialogare col sistema sanitario. E' questa la sfida del Leo Contest, la competizione a squadre organizzata nell'ambito del Forum della sostenibilità e delle opportunità nel settore della salute in programma a Firenze.

Leo contest, spiegano gli organizzatori, "richiama il genio di Leonardo per stimolare l'ingegno e il talento dei partecipanti per creare un sistema intelligente a casa di persone con fragilità o pazienti cronici, capace di interagire al tempo stesso con il paziente e con il sistema sanitario, così da garantire la possibilità a chi ne fruisce di ricevere assistenza, informazioni e servizi". La competizione, organizzata sotto l'egida della Federazione italiana agenzie sanitarie e ospedaliere (Fiaso), è aperta a studenti, professionisti, ricercatori universitari di varie discipline di area sanitaria e non solo - tra cui comunicatori, psicologi, fisioterapisti, designer e informatici - , riuniti in squadre multidisciplinari. Tra gli obiettivi, "offrire al paziente cronico la possibilità di curarsi in modo autonomo, semplice e sicuro" e "creare un ponte di scambio tra paziente e sistema sanitario", magari attraverso un'app per smartphone o un piccolo robot.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X