Domenica, 13 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Audi RS e-Tron GT, test elettrico Milano-Forte dei Marmi

Audi RS e-Tron GT, test elettrico Milano-Forte dei Marmi

Motori
AUDI RS e-TRON GT
© ANSA

Quando in Germania si vogliono esaltare le doti di una nuova auto si fa sempre cenno al fatto che i collaudi si sono svolti sull'anello nord (Nordschleife) del Nürburgring, un circuito davvero impegnativo, che è lungo 22,834 chilometri, con 172 curve di cui 84 a destra e 88 a sinistra. E' quello che nel 1960 Jackie Stewart definì - alludendo ai boschi che lo circondano - green hell, cioè inferno verde. Per il debutto italiano della nuova Audi RS e-Tron GT, la supersportiva 100% elettrica da 646 Cv, è stato scelto un percorso su strada aperta e 'calibrato' sull'autonomia della batteria da 93 kW omologata per 488 km, che non ha nulla da invidiare rispetto al Nordschleife, soprattutto per le difficoltà a mantenere medie elevate. E' il caso della prima tappa, quella con la partenza da Milano piazza Duomo fino a Milano piazza Corvetto, un luogo - per chi non conosce il capoluogo lombardo - che si identifica con l'inizio dell'Autostrada del Sole. Un tragitto di circa 7 km, che in tempi normali (ma quali sono?) si percorre in 15-20 minuti ma che, complici il traffico della riapertura delle scuole e l'invasione dei furgoni dell'ultimo miglio, ha messo a dura prova auto e pilota in un continuo stop&go e, vista l'impostazione 'racing' di questa splendida coupé quattro porte alta 1 metro e 41, con la preoccupazione di non essere visti dalla cabina dei mezzi più alti o non essere 'uditi' da pedoni e ciclisti. E' comunque l'occasione per apprezzare il confort del posto guida, la posizione dei diversi comandi, la funzionalità di un sistema di infotainment che, pur quanto ipercompleto, è sempre facile da azionare. In città Audi RS e-Tron GT viaggia davvero con una manciata di elettroni, ed anzi le continue frenata fanno in qualche momento aumentare l'autonomia disponibile.

Come ogni Audi, anche RS e-Tron GT è sempre collegata in rete e questo offre la garanzia di informazioni sul traffico sempre aggiornate attraverso la navigazione MMI plus con MMI touch. Promossi a pieni voti Infotainment, servizi Audi Connect e ADAS che sono al top per fruibilità e sicurezza. Imboccata la A1 in direzione Parma ecco la seconda dura (anzi durissima) prova da superare: il rispetto dei limiti di velocità. Viaggiare a 140 km/h - poco più dei 130 reali - al volante di una vettura che è capace di scattare da 0 a 100 km/h in 3,3 secondi e soprattutto da 0 a 200 km/h in 10,9 secondi, e che raggiunge in soffio la velocità massima autolimitata a 250 km/h impone una volontà ferrea. Ma la trasgressione non è contemplata dal test, e così (inserito il sistema di controllo automatico della velocità sulla posizione 140) l'Audi RS e-Tron GT evidenzia su questo tratto autostradale tutti i vantaggi della propulsione elettrica, con una elevata qualità della vita a bordo e la quasi totale assenza di rumori. Va ricordato che in situazioni come questa resta la possibilità - nonostante il settaggio 'risparmioso' del Drive Select - di poter affondare il piede sull'acceleratore semmai dovesse servire per trarsi d'impaccio in un sorpasso, e poi ritornare nella zona della legalità. E il bello di avere impostato la velocità su 140 all'ora è che i consumi elettrici restano davvero contenuti, soprattutto se si impara a essere 'lievi' sull'acceleratore perché - come nelle auto con i grandi motori a benzina - basta una piccolissima differenza di pressione a ridurre gli sprechi di energia.
Tutto cambia, anzi viene rivoluzionato, non appena si lascia la E33, l'Autostrada della Cisa, e si imbocca la SS62, cioè la vera Cisa, il 'nostro' Nurburgring aperto a tutti gli utenti della strada. Questa striscia di asfalto, amata dai motociclisti, va da Berceto a Pontremoli ed è lunga 29,2 chilometri, con un continuo alternarsi di saliscendi, curve, controcurve e brevi rettilinei. La Cisa à una fantastica palestra per chi conosce la differenza tra guidare e pilotare. Ed è evidentemente il terreno ideale per valutare le qualità dinamiche di Audi RS e-Tron GT. Su questo tracciato ciò che conta sono gli 830 Nm erogati dai due motori elettrici e, soprattutto, dal fatto che questa spinta è disponibile già a bassissima velocità di rotazione. Così, se serve per un sorpasso, la nuova supercar stradale di Audi opera scatti poderosi, con una trazione sempre impeccabile grazie al sistema Quattro elettrico che è basato sull’azione di due motori elettrici sincroni a magneti permanenti, uno in corrispondenza di ciascun assale, assistiti da una trasmissione a due rapporti. La trazione Quattro elettrica regola in modo completamente variabile la ripartizione della spinta fra gli assali, con una rapidità che è 5 volte superiore a un sistema meccanico. Le performance dinamiche vengono esaltate dalle sospensioni pneumatiche adattive a tripla camera e dal bloccaggio elettronico del differenziale posteriore. Inutile dire che alla impressionante spinta nelle accelerazioni corrisponde la grande efficacia dell’impianto frenante, che si avvale dei dischi rivestiti in carburo di tungsteno.
Audi RS e-Tron GT supera di slancio anche le difficoltà della Cisa - neopatentati locali compresi - e ritorna in autostrada per la tappa finale verso Forte dei Marmi. Il tempo complessivo di percorrenza è coerente con il rispetto dei limiti e con il traffico 'pesante' a Milano e in altri tratti. Ma ciò che più sorprende è l'autonomia residua, sempre elevata e costantemente verificabile - attraverso la navigazione MMI plus - in rapporto alla destinazione ed all'area raggiungibile con la carica presente. Così la storica insegna de La Capannina si concretizza davanti alla Audi RS e-tron GT con oltre 70 km ancora disponibili. Un ottimo risultato se si pensa alla grande potenza disponibile (e utilizzata) ed alle condizioni non ottimali incontrate sul percorso. Se si deve affrontare un viaggio più lungo - grazie al pianificatore degli itinerari e-Tron Trip Planner - è possibile verificare istantaneamente quante ricariche siano necessarie per raggiungere una destinazione. Il sistema precondiziona da solo la batteria in previsione del 'rifornimento' a 800 Volt in corrente continua con potenze sino a 270 kW. È così possibile rigenerare 100 km d’autonomia in 5 minuti o ricaricare l’80% dell’energia in meno di 23 minuti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X