Venerdì, 29 Maggio 2020
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Bmw, anche l'idrogeno nella strategia 'Power of Choice'

Bmw, anche l'idrogeno nella strategia 'Power of Choice'

Motori
Bmw, anche l'idrogeno nella strategia 'Power of Choice'
© ANSA

Bmw fa chiarezza sui futuri sviluppi della mobilità sostenibile e, soprattutto, su quello che sarà il peso delle diverse tecnologie negli scenari a medio termine e che prevede investimenti sui sistemi elettrici ed elettrificati, sui motori termici e sulle celle a combustibile. Un approccio questo che nell'ambito della strategia Power of Choice include anche un'attenta considerazione delle diverse esigenze del mercato e degli utenti. Centralità del cliente e necessaria flessibilità dei programmi e degli impianti produttivi - si legge in una nota della Casa di Monaco - sono essenziali per facilitare la svolta globale verso la mobilità sostenibile.

''Siamo convinti che in futuro esisteranno differenti sistemi di propulsione uno accanto all'altro - ha detto Klaus Froehlich, membro del consiglio di amministrazione di Bmw AG, con responsabili per ricerca e sviluppo - poiché non esiste un'unica soluzione che risponde all'intero spettro delle esigenze di mobilità dei clienti in tutto il mondo. Nel lungo termine la tecnologia delle celle a combustibile a idrogeno potrebbe diventare praticamente il quarto pilastro del nostro portafoglio di propulsori''. E ha precisato che ''i modelli di fascia alta della nostra famiglia X di grande diffusione potrebbero essere i candidati ideali per questa applicazione''. Bmw Group non ha dubbi sul potenziale dei sistemi a celle a combustibile a lungo termine, ma precisa checi vorrà ancora del tempoprima che l'azienda possa offrire ai suoi clienti un modello di produzione con propulsione a celle a combustibile a idrogeno, e questo per il fatto che alcune necessarie condizioni non ci sono ancora. ''L'idrogeno come vettore energeticodeve prima essere prodotto in quantità sufficienti a unprezzo competitivo utilizzando elettricità sostenibile - ha ribadito Froehlich - e verrà quindi utilizzato principalmente in applicazioni che non possono essere elettrificate con le batterie, come il veicoli per trasporto pesante su lunga distanza''. Tra le 'condizioni' mancanti vi è anche l'infrastruttura per il rifornimento di idrogeno ma, in attesa di una rapida espansione di distributori dedicati (già programmata) Bmw Group sta portando avanti lo sviluppo della tecnologia delle celle a combustibile applicati a modelli di grande diffusione, lavorando anche per ridurre sostanzialmente i costi di produzione di questi sistemi di propulsione.

Ne è un esempio il sistema di celle a combustibile scelto per la Bmw iHydrogen Next che genera fino a 125 kW (pari a 170 Cv) per caricare la batteria. Il veicolo utilizza un convertitore situato sotto la cella a combustibile e un gruppo propulsore elettrico eDrive di quinta generazione identico a quello della iX3. Il veicolo ospita una coppia di serbatoi da 700 bar che possono contenere nel complesso 6 kg di idrogeno, per garantire una lunga autonomia indipendentemente dalle condizioni meteo e che comportano un rifornimento della durata di soli 3-4 minuti.

La potenza complessiva del sistema è di 275 kW (374 Cv), cos che garantisce alla i Hydrogen Next la tipica dinamica di guida per cui sono rinomate le auto di Bmw. Questo propulsore elettrico a celle di combustibile alimentate a idrogeno sarà collaudato in una piccola serie basata sull'attuale X5 che Bmw Group intende presentare nel 2022, mentre un modello di serie verrà lanciato sul mercato non prima del 2025.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X