Domenica, 07 Giugno 2020
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Volkswagen Car2X nella Golf 8 avvisa guidatore dei pericoli

Volkswagen Car2X nella Golf 8 avvisa guidatore dei pericoli

Un pietra miliare nella storia della tecnologia: così l'associazione tedesca degli automobilisti ADAC ha definito - dopo una serie di test - il sistema di avviso di pericolo per il traffico presente nella nuova Golf 8, peraltro già premiato dall'organizzazone di Euro NCAP con l' Advanced Award, il riconoscimento speciale attribuito per le innovative caratteristiche di miglioramento della sicurezza.

Il 'Traffic Hazard Alert' che Volkswagen ha introdotto nella ultima generzione della Golf si rivela di fondamentale aiuto al guidatore nelle situazioni di circolazione più caotica, come quando in un incrocio con 8 o 12 corsie provenienti dalle quattro direzioni e con il semaforo che passa al verde, sentiamo la sirena di un'ambulanza o di un mezzo dei Vigili del Fuoco che si avvicina senza avvistarlo.

''Nella nuova Golf 8 - spiega Thomas Biehle, sviluppatore nel settore della sicurezza della Volkswagen - siamo in grado di mettere a disposizione dei conducenti i vantaggi della nuova tecnologia Car2X, montata di serie. Grazie alla funzione di avviso di pericolo del traffico, sarà l'automobile a informare con un avviso sul digital cockpit dell'arrivo di un mezzo di soccorso. E per non rendere critica la situazione il sistema indicherà con una freccia indica la direzione da cui proviene il veicolo e fornirà anche la distanza approssimativa a cui si trova''.

L'innovativa tecnologia Car2X, che Volkswagen ha integrato di serie per la prima volta tra i produttori europei, si basa sullo standard wireless Wi-Fi p che, in Europa è ufficialmente designato come ITS-G5. Si tratta di un protocollo specificamente sviluppato per la comunicazione locale spontanea tra veicoli e funziona senza la necessità di reti di telefonia mobile. ''Di conseguenza - ribadisce Biehle - funziona in tutti i Paesi dell'UE e fornisce una copertura generale entro i limiti del sistema. I veicoli equipaggiati con i moduli hardware dedicati, come i mezzi dei servizi di emergenza, scambiano direttamente dati e informazioni sul posizionamento tramite Wi-Fi p. Ciò avviene entro un raggio massimo di 800 metri e nel giro di pochi millisecondi. I dati non vengono salvati da nessuna parte e quindi viene mantenuta la privacy delle informazioni''.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X