Domenica, 27 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Life Style

Home Life Style Da Università Bicocca taskforce per salvare tartarughe Maldive

Da Università Bicocca taskforce per salvare tartarughe Maldive

- Una task force monitorare, analizzare e salvaguardare le tartarughe marine dell'arcipelago delle Maldive, nell'Oceano Indiano. A promuoverla è l'Università di Milano Bicocca insieme ad Aba - Associazione benessere animale, con l'obiettivo di coniugare le competenze di veterinaria dell'associazione con quelle di ecologia marina del MaRHE Center, il Centro di ricerca di eccellenza dell'Ateneo milanese, situato alle Maldive e dotato di apparecchiature e laboratori all'avanguardia.
    La task force, spiega l'Università, sarà guidata da Paolo Galli, professore di Ecologia del dipartimento di Scienze dell'ambiente e della terra dell'Università e direttore del MaRHE Center, e dal veterinario Giordano Nardini, presidente dell'Associazione ABA e tra i massimi esperti mondiali nella cura delle tartarughe marine. La collaborazione tra Milano-Bicocca e Aba inizialmente si focalizzerà sulla ricerca di marcatori molecolari di stress nelle tartarughe marine: mediante l'analisi di un piccolo prelievo di sangue sui campioni di tartaruga recuperati in spiaggia o nell'oceano, l'equipe di ricercatori e veterinari potrà valutare lo stato di salute degli esemplari. Verrà inoltre valutata la presenza di malattie infettive o traumi provocati ad esempio da impatti con natanti, detenzioni in cattività o battute di pesca.
    Le informazioni raccolte confluiranno in una banca dati, che si arricchirà di volta in volta andando a costituire una sorta di censimento dei rettili acquatici. In un secondo momento, gli studi verranno incentrati sul momento della riproduzione, con azioni di monitoraggio nei siti di nidificazione. Ulteriore obiettivo dell'accordo è la delineazione di linee guida da adottare per un comportamento responsabile da parte della comunità locale e dei turisti, che vengono in contatto, nelle acque dell'Oceano Indiano, non solo con le tartarughe ma anche con animali quali squali, balene, delfini. (ANSA).
   

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X