Venerdì, 20 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Life Style

Home Life Style Colori di Irving Penn e hijab sfilano con Grimaldi

Colori di Irving Penn e hijab sfilano con Grimaldi

Colori come energia e sguardo positivo verso il futuro caratterizzano la nuova collezione di haute couture di Antonio Grimaldi, che ha presentato a Roma, le sue proposte della nuova collezione Couture Primavera/Estate con una sfilata nella Galleria del Cardinale di Palazzo Colonna. Lo stilista ha voluto rendere un tributo a tutte le donne e in particolar modo alle sue amiche mediorientali, considerata la partecipazione in passerella di Ikram Abdi Omar, modella di fede musulmana, divenuta nota per essersi imposta nel mondo della moda per la sua determinazione nell'indossare l'hijab, il tradizionale velo islamico, anche in passerella. L'energia del colore che percorre la nuova collezione si legge sin dalla prima uscita con Ikram Abdi Omar, in un voluminoso abito color bubblegum e hijab in tinta. Ma Antonio Grimaldi non abbandona le tonalità più tenui, che ama far risaltare con i suoi preziosi ricami e con le lavorazioni sartoriali più complesse. Semmai lascia spazio anche a tinte vibranti, potenti e audaci, come magenta, fucsia, giallo elettrico, arancione, accanto agli immancabili bianchi, neri e cipria. I colori raccontano un mondo gioioso e dirompente che trae ispirazione dal lavoro del grande fotografo americano Irving Penn. Un artista a tutto tondo, interessato ai molteplici aspetti della forma e del colore. I suoi scatti rigorosi e asciutti e le immagini diventate iconiche (come i voluttuosi nudi femminili in bianco e nero e lo studio sui colori dei fiori) rappresentano dunque l'impulso creativo alla base della nuova collezione. In pedana sfilano mini dress e abiti da gran sera dalle linee affusolate e a tubino che si caratterizzano per i volumi esagerati dove i tessuti strutturati e corposi come la duchesse, il taffetà e il gazar sono lavorati assieme a tessuti evanescenti e leggeri come il tulle e lo chiffon. I volumi scultorei e vistosi con sovrapposizioni di tessuto ricordano i petali dei fiori. Giochi di tagli vanno a formare lunghe code che partono dalle scollature. Anche nella nuova collezione sono presenti molti ricami, non più dei touch, ma in addensamenti corposi che danno forma all'abito e ne costituiscono elemento integrante. Ricami in 3D, geometrici, metallici e cristallini che bagnano gli orli come rugiada nei fiori. Con i loro disegni geometrici enfatizzano i corpetti e i body, impreziosendo e valorizzando la silhouette. Anche le piume - ricche e copiose e che si presentano di vario colore, dimensione e forma - contribuiscono a caratterizzare la collezione: spuntano dagli orli, come boa che avvolgono i fianchi, sulle cappe e su scenografici copricapi. A chiudere la sfilata, sempre Ikram Abdi Omar, con un hijab di colore bianco. (ANSA).

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X