Lunedì, 06 Aprile 2020
stampa
Dimensione testo

Europa

Home Europa Propaganda ostile, Eurocamera vuole una risposta forte

Propaganda ostile, Eurocamera vuole una risposta forte

News
Propaganda ostile, Eurocamera vuole una risposta forte (fonte: Wikipedia)
© ANSA

BRUXELLES - "Una risposta forte" alla propaganda ostile contro l'Ue, sanzioni contro i responsabili delle campagne di disinformazione e un maggiore coinvolgimento dei colossi hi-tech nella lotta alle fake news: sono le misure proposte dalla Commissione per gli affari esteri del Parlamento Ue in una risoluzione adottata con 49 voti a favore, sette contrari e due astensioni. Il testo condanna le azioni di Russia, Cina, Iran e Corea del Nord, che puntano a minare "i principi fondanti della delle democrazie europee", oltre che a influenzare le elezioni politiche.

 

Gli eurodeputati chiedono che l'Ue e gli Stati membri adottino una "risposta ferma" per far fronte ai mezzi sempre più sofisticati utilizzati dagli opinion leader e dalle istituzioni controllate da Paesi terzi per diffondere la disinformazione, ad esempio verso app di messaggistica privata, l'ottimizzazione dei motori di ricerca, l'intelligenza artificiale, i portali online e le stazioni Tv. La risoluzione invita inoltre gli Stati membri che continuano a negare l'esistenza della disinformazione e della propaganda ostile, a riconoscerla e a mettere in atto misure per contrastarla. Tra le proposte contenute nella risoluzione, anche quella di introdurre sanzioni mirate contro quanti orchestrano o mettono in atto le campagne di disinformazione, oltre che la messa a punto di regole per la trasparenza online, inclusi i social media.

 

© Riproduzione riservata

Con il contributo del Parlamento europeo
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X