Giovedì, 22 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport Da Gisele al sex symbol di Tonga: gli scatti del Maracanã sono già storia

Da Gisele al sex symbol di Tonga: gli scatti del Maracanã sono già storia

RIO DE JANEIRO. «Scatti» di festa dalla notte del Maracanà per la cerimonia di inaugurazione di Rio 2016, dai FUOCHI D'ARTIFICIO FINALI alle danze al ritmo di SAMBA. Nello stadio più famoso del mondo, illuminato a giorno dai fuochi di artificio, si è ballato sulle note di CAETANO VELOSO E GILBERTO GIL, accompagnati dalla cantante Anitta. E tra le mille immagini rimangono alcuni flash, su tutti, oltre a quelli delle scenografie.

Per il fotoscatto che rimarrà nella storia dei Giochi è un testa a testa tra la passerella di GISELE e il sex symbol a sorpresa, il portabandiera di TONGA, Pita Nikolas Aufatofua.  Deve essere l'Olimpiade dell'integrazione totale e così LEA T., transessuale, era in testa alla festante delegazione verdeoro per portare il cartello con la scritta «Brazil».

Pochi «scatti» prima, era passato il TEAM DEI RIFUGIATI. L'Iran ha scelto come portabandiera ZAHRA NEMATI, atleta sulla sedia a rotelle, che, nel tiro con l'arco, sarà protagonista anche nelle Olimpiadi paralimpiche. La delegazione a stelle e strisce, invece, è stata guidata dalla leggenda Michael Phelps; al suo fianco la prima atleta Usa con lo hijab, IBTIHAJ MUHAMMAD. Una donna protagonista anche per l'Italia, l'elegantissima FEDERICA PELLEGRINI, applauditissima. E poi gli ultimi «scatti» per il tedoforo, l'ex maratoneta VANDERLEI.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X