Mercoledì, 20 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport La marcia, il podio, le gioie, la malattia: addio Annarita - Foto

La marcia, il podio, le gioie, la malattia: addio Annarita - Foto

GIOIOSA MAREA. Ha marciato contro la morte, affinchè la potesse raggiungere il più tardi possibile. Ha lottato fino alla fine. Ma stavolta la sua malattia ha marciato più veloce di lei. Oggi, di Annarita Sidoti rimane il ricordo di una campionessa, di uno spirito siciliano doc protagonista assoluto di vittorie importanti. Campionessa mondiale ed europea, anche indoor, su varie distanze, aveva vinto la medaglia d'oro ai Mondiali di Atene del 1997 nella 10 chilometri di marcia. E' morta a 44 anni Annarita, nella sua Gioiosa Marea in provincia di Messina. Ha lasciato tre figli, e i tanti trofei che la confermano una campionessa di cui il mondo dello sport difficilmente si dimenticherà.

In un solo metro e 50 di altezza, Annarita ha collezionato ben 47 presenze nella nazionale italiana di atletica leggera. E, cosa che magari non ti aspetti da un'atleta, è stata anche protagonista di un film, "Le complici" diretto da Emanuela Piovano, in cui ha interpretato il ruolo di una ragazza da marciapiede.

Una chicca per una piccola grande campionessa come lei, che ha dedicato la sua vita allo sport. Nel 1995, è stata campionessa nazionale assoluta di marcia 5 km, nel 1991 campionessa nazionale assoluta di marcia 10 km.

Ma non basta. Annarita ha fatto molto di più. E' stata campionessa nazionale assoluta di marcia 20 km per ben 4 volte nel 1992, 1995, 2000, 2002. E 4 volte campionessa nazionale assoluta indoor di marcia 3 mila metri nel 1991, 1994, 2001, 2002. Addio Annarita.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X