Sabato, 30 Maggio 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Bono degli U2, compie 60 anni il frontman della band che ha fatto storia

Bono degli U2, compie 60 anni il frontman della band che ha fatto storia

Compie oggi 60 anni Paul David Hewson, in arte Bono Vox.

Leader e frontman della band irlandese U2, negli anni il cantante si è distino anche per il suo impegno umanitario: è un attivista, coinvolto nella campagna per l’azzeramento del debito dei Paesi del terzo mondo e per la difficile situazione dell’Africa.

Bono entra a far parte degli U2 nel 1976 quando Larry Mullen jr. appende un annuncio nella bacheca della propria scuola, la Mount Temple di Dublino, finalizzato alla ricerca di compagni per un gruppo rock: rispondono il cantante Paul Hewson (Bono), il chitarrista David Evans (The Edge) e il bassista Adam Clayton. Nel 1980 esce il primo album, 'Boy', a cui fa seguito l’anno successivo 'October', registrato durante l’estate ai Windmill Lane Studios di Dublino da Steve Lillywhite.

L’album raggiunge l’11esimo posto delle chart inglesi e, anche se negli States non riesce ad entrare nella Top 100, riceve ottime recensioni.

Il 1983 è l’anno decisivo per la carriera musicale e la discografia degli U2. A gennaio esce 'New year's day', il primo singolo estratto dal nuovo album War. A novembre è la volta di 'Under a blood-red sky', l’anno successivo 'The unforgettable fire'.

Quattro anni più tardi esce 'The Joshua tree', che arriva in breve al numero uno delle classifiche inglesi e americane.
A ottobre 1988 - dopo la conquista del Grammy - arriva il doppio 'Rattle and Hum', film e colonna sonora che documenta il tour Usa del gruppo. 'Achtung Baby' esce alla fine del 1991 preceduto dalla pubblicazione del singolo 'The Fly'. Il 1992 è l’anno dello Zoo TV tour.

Nel 1997 esce 'Pop', nuovo capitolo della discografia U2 questa volta firmato con Howie B. Dopo la pubblicazione di una raccolta e la realizzazione della colonna sonora del film di Wim Wenders 'The Million Dollar Hotel' (2000), gli U2 tornano con un nuovo album, 'All That You Can't Leave Behind’, in cui, dopo le sperimentazioni di 'Pop', la band ritrova un sound più vicino ai suoni della discografia degli U2 delle origini.

Nel 2004 viene realizzato 'How to Dismantle An Atomic Bomb'. Nel 2009 ai primi di marzo arriva 'No Line On The Horizon', nuovo disco di studio in lavorazione dal 2006.

La band tra fine 2013 e inizio 2014, pubblica due canzoni inedite: una 'Ordinary Love' per un film su Mandela, 'Mandela: Long Walk to Freedom' viene candidata all’Oscar. Il nuovo album 'Songs Of Innocence' viene pubblicato a sorpresa il 9 settembre del 2014.

A fine anno, il 1 dicembre 2017, esce 'Songs of Experience'.

Bono Vox ha collaborato più volte con Zucchero Fornaciari nella scrittura dei testi. Come solista nel 1985 aderisce al progetto Artists United Against Apartheid. In particolar modo scrive e registra la canzone 'Silver and Gold’per l’album 'Sun City', per protestare contro la politica dell’apartheid in Sudafrica. Bono ha costituito un’organizzazione chiamata «DATA», (Debt, Aids, Trade in Africa), il cui obiettivo è far crescere la consapevolezza circa l’immenso debito estero dell’Africa, l’incontrollabile diffusione dell’Aids e le leggi del mercato che strangolano di fatto, impoverendoli, gli abitanti di quegli stati.

Lo scorso 18 marzo Bono ha voluto rendere omaggio all’Italia e al suo popolo, in piena emergenza Coronavirus, con una canzone dedicata «agli italiani che l’hanno ispirata... agli irlandesi... a chiunque, in questo giorno di San Patrizio, è in difficoltà e continua a cantare».

È la dedica di Bono Vox nel video della canzone 'Let Your Love Be Known' postato sul canale ufficiale Instagram della sua band, gli U2.

«Per i dottori, le infermiere, i caregiver in prima linea. È per voi che cantiamo», dice Bono.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X