Venerdì, 30 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Lo chignon per uomo impazza tra i divi... e ora c'è anche quello finto - Foto

Lo chignon per uomo impazza tra i divi... e ora c'è anche quello finto - Foto

Dopo la coda di Fiorello che ai tempi del Karaoke fece proseliti per tutti gli anni Novanta, dopo la barba modello vichingo di Brad Pitt specializzato nel lanciare look per 'soli-uomini-duri', arriva lo chignon per lui. Su Groupon è arrivato addirittura quello rimovibile da uomo. Sarà questo un colpo mortale inferto alla popolazione maschile che veste e cura la propria immagine attenendosi al genere classico modello giacca-cravatta e capello corto? Resta il fatto che lo chignon per l'uomo, tra l'altro ostentato da vari calciatori come Mexes, è diventato una tendenza. E sono le tante foto degli sconosciuti pettinati con cipolloni appuntati su varie altezze della nuca che circolano sui social, soprattutto su Instagram.

Ma a dare lo start, come sempre, e a farla diventare una moda, sono stati i divi di Hollywood, da Leonardo DiCaprio a Brad Pitt, da Colin Farrel a Jared Leto. Loro, i belli e impossibili del cinema mondiale, non dichiarano di portare posticci o parrucche aggiuntive, ma sono in molti a sospettare che certe acconciature siano aiutate da toupet sistemati sulle teste famose da abili mani di hair style. Ma anche il toupet è un corso e ricorso della storia del costume maschile. Basta guardare al passato e non ci si dovrebbe meravigliare di code, mezze code, cipollini e cipolloni dei signori uomini, che non trovano pace con la lunghezza dei capelli, in maniera proporzionale all'altra metà del cielo, quella femminile, sempre insoddisfatta del colore: le donne bionde li vorrebbero scuri, le more fanno di tutto per schiarirli. Va bene, bisogna ammettere che i capelli degli uomini con una media lunghezza possono essere legati creando numerosi look. Ma non è per tutti,attenzione alla vista dall' elicottero: il posticcio esige che non ci siano vuoti di capelli sul cranio, della serie, alopecia da calo di ormoni dopo i 40.

Del resto, il maschio alfa non ha avuto problemi ad impossessarsi dei pois, dei fiorellini, del pizzo, dei collant, perchè avrebbe dovuto avere problemi con un simbolo della femminilità degli anni Sessanta come lo chignon?. E se un modello da imitare bisogna avere, allora gli uomini guardino ai precursori di questa tendenza, attori come Jared Leto che ormai di capelli corti non ne vuole più sapere e già in occasione dei Golden Globe 2014 si é presentato con un chignon gelatinato. Al Leonardo Di Caprio Foundation Launch a Saint Tropez lo scorso luglio, anche l'attore protagonista del Grande Gatsby mostrava il suo cipollone, come quello di Orlando Bloom, ospite al Comic-Con con Lo Hobbit. Altri sostenitori dello chignon per lui appartenenti al grande schermo sono Kit Harington, Jake Gyllenhaal, Chris Hemsworth, e da re-citare Brad Pitt, dotato di super cipollone in occasione della premiere del suo film 12 anni schiavo nel 2014.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X