Venerdì, 15 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Sanremo, opera dedicata a Lucio Dalla fa record di selfie: è di un artista di Giarre

di

Ha un record di tre milioni di selfie. L’opera “All’Amico Lucio” dell’artista giarrese Carmine Susinni, inserita nel Patrimonio Culturale Italiano dal Ministero per I Beni e le Attività Culturali rimarrà davanti a Porta Teatro Ariston di Sanremo a disposizione di tutti coloro che vorranno fare un selfie con l'indimenticabile cantautore bolognese.

La statua interattiva in bronzo dedicata a Lucio Dalla, in occasione dell’imminente Festival della Canzone Italiana è stata posizionata ieri mattina davanti a Porta Teatro del Casinò.

“All’amico Lucio”, così si chiama l’opera iperrealista dello scultore Carmine Susinni che per un mese rimarrà davanti all’ingresso della casa da gioco, dopo il grande successo all’Esposizione Universale di Milano nel 2015, in cui ottenne il record di opera più “sellata”, simboleggia ormai la nascita della nuova era virtuale e così il Comune di Sanremo è il Consiglio di amministrazione del Casinò hanno deciso di ospitare la preziosa installazione

L’esposizione grazie all’iniziativa intrapresa da un mecenate bolognese amante della musica e dell’arte visiva e grande estimatore della poetica del maestro Carmine Susinni, a cui ha commissionato due installazioni in bronzo. A Sanremo è stata anche destinata la statua che riprodurrà Domenico Modugno e che dovrebbe essere completata entro il 2020. Dopo la statua di Mike Bongiorno, Sanremo ospita un altro personaggio noto italiano con il quale turisti e ospiti della Casa da Gioco potranno farsi selfie durante il periodo festivaliero. “La panchina di Lucio Dalla” verrà poi portata a Bologna, dopo la trasferta a Matera, capitale europea della Cultura.

“Ho deciso di realizzare questa statua dedicata a Lucio Dalla perché un decennio fa ho creato una nuova poetica nell’arte contemporanea per essere interattiva con la gente e Lucio era un personaggio che interagiva veramente con le persone – spiega il maestro scultore – Un’opera che ho dedicato con il cuore al mio amico cantautore. E’ un modo per farlo rivivere interattivo tra la gente nella sua innovativa poetica social che rivoluziona la concezione e la fruizione dell’arte”.

Vittorio Sgarbi ha inserito l’opera nella Raccolta Museale “Il Tesoro D’Italia” e l’Esposizione Universale l’ha esposta nella massima evidenza del Decumano, dove ha ottenuto oltre tre milioni di selfie”. Il professor Paolo Giansiracusa, storico dell'arte e titolare della 1ª Cattedra di Storia dell'Arte all'Accademia di Belle Arti di Catania si è complimentato con l’artista siciliano dicendo: “Dalla era di casa in Sicilia, dove risiedeva spesso in un piccolo centro ai piedi dell'Etna, tra la montagna e il mare. Lo scultore Susinni, con la tecnica iperrealista che caratterizza i suoi elaborati, lo ha modellato in scala 1:1 , con una posa scanzonata, seduto su una comune panchina urbana. L'opera è già stata esposta a Milano, durante l'ultima grande Fiera, ed ha avuto ampio successo innanzitutto tra gli avventori che non hanno mancato di ritrarsi col Dalla bronzeo in selfie divertiti. La tappa di Sanremo, in occasione del Festival della Canzone Italiana, conferma l'aspetto coinvolgente della scultura creata da Susinni, un artista di grande forza creativa e di scrupolosa ricerca plastico-formale. L'omaggio a Dalla è carico di quella solarità del Mediterraneo che il cantautore tanto apprezzava. Complimenti vivissimi allo scultore che rappresenta i valori artistici della Sicilia ai massimi livelli, e ciò grazie ai suoi meriti riconosciuti a livello internazionale”.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X