Sabato, 06 Giugno 2020
stampa
Dimensione testo

Multimedia

Home Foto Multimedia Forme generose per un fisico mozzafiato, in tv tutto "il bello di..." Delia Duran

Forme generose per un fisico mozzafiato, in tv tutto "il bello di..." Delia Duran

ROMA. Si è subito fatta notare per le sue forme prorompenti e un fisico mozzafiato.

Si chiama Delia Duran, ed è entrata a pieno titolo nel cast de "Il bello delle donne... alcuni anni dopo".

La fiction andrà in onda su Canale 5. Otto puntate a partire dal 13 gennaio. La serie torna dopo le prime edizioni, andate in onda fra il 2001 e il 2003.

Nel cast insieme alla bella Delia anche attrici del calibro di Alessandra Martines, Anna Galiena, Giuliana De Sio, Manuela Arcuri, Angela Luce, Barbara De Rossi, Adua Del Vesco, Anna Ferraioli, e Claudia Cardinale.

Il punto d'incontro dei personaggi resta il salone di bellezza di Luca (Bellinzoni), coiffeur-confessore, che si trasferisce a Roma. Sarà un vortice di fidanzate, amiche, nemiche, mogli, amanti, alle prese con i più svariati problemi, toccando anche temi d'attualità come l'omofobia e il rischio del terrorismo.

Fra le storie forti proposte dalla fiction, quella di Delia (Sastri), avvocato, moglie e madre altoborghese che crede nella famiglia e nella giustizia.

"Quando però una sera a cena il marito (Paolo Sassanelli) le rivela di voler cambiare sesso il suo mondo crolla - spiega l'attrice -. Avrà modo di uscire dalla sua armatura e riconquistare una morbidezza femminile, accanto a una famiglia che non è quella di prima".

L'amicizia è al centro del rapporto fra Germana (Galiena) e Francoise (Martines), mentre Manuela Arcuri è Jessica "romanaccia di borgata, che anche davanti ai problemi non perde sua solarità. Questa fiction mostra situazioni reali e come l'essere unite ci faccia superare tanti ostacoli".

Torna infine dalle prime tre serie, la 'cattiva', Annalisa Bottelli:

"Resta sempre uguale - dice sorridendo l'interprete Giuliana De Sio - la stronza per eccellenza, ma stavolta c'è chi è peggio di lei e deve combattere il doppio, per questo è doppiamente divertente".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X