Lunedì, 18 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Il cibo incontra l'innovazione: Oldani cucina con una stampante 3D

MILANO. Un esperimento davvero innovativo quello dello chef Davide Oldani che è riuscito a cucinare con una stampante 3D.

Già Barilla aveva dato dimostrazione di questo nuovo modo di fare cucina. Il marchio infatti a Cibus aveva presentato il primo prototipo di stampante tridimensionale, utilizzato per cucinare la pasta fresca.

Ora è stata la volta di Oldani che si è messo all'opera durante il summit internazionale dedicato all’innovazione nel settore alimentare, Seeds&Chips.

Nell'ambito di un seminario organizzato da Iab «Food for the digital feed», lo chef ha realizzato ben tre piatti con l'aiuto di una stampante 3D Foodini utilizzata per i prodotti alimentari.

Tuttavia, Lynette Kucsma, la cofondatrice dell’azienda tecnologica, ha spiegato che Foodini «non è ancora una vera e propria macchina per cucinare».

«Con Foodini è possibile preparare il cibo ma non ancora cuocerlo. Stiamo lavorando anche su questo fronte e pesto saremo pronti a soddisfare anche questa esigenza».

© Riproduzione riservata

TAG: ,

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X