Venerdì, 30 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Multimedia

Home Foto Multimedia Il gatto-pub anche in Italia, ma protestano gli animalisti

Il gatto-pub anche in Italia, ma protestano gli animalisti

ROMA. Se da un lato l'iniziativa sta facendo letteralmente infuriare gli animalisti, dall'altro i gatto-pub piacciono sempre di più. Conquistando anche l'Italia. Su pubcat.com è possibile trovare un elenco dei gatto-pub. Ce ne sono molti in Gran Bretagna. Anche in Italia sono arrivati, ma ancora se ne vedono pochi. C'è un gatto-pub a Pertosa in provincia di Salerno, oppure a Milano (il Crazy Cat Cafè).

I gatto-pub altro non sono che locali dove è possibile sorseggiare un bicchiere di birra - o altro - in compagnia di gatti liberi di girovagare all'interno della struttura.

"E' un sogno che si avvera! Gatti e alcol nello stesso posto!", dice ad esempio entusiasta Bethan Ingram, 24 anni, che ha percorso circa 100 chilometri dal sud del Galles a Bristol per bere una birra al Bag of Nails.

Luke Daniels, proprietario del Bag of Nails, tiene a precisare che il suo non è un vero e proprio "cat pub" ma "è semplicemente un pub in cui è capitato che ci fossero 15 gatti. Tanti pub sono noiosi e sembrano tutti uguali - ha poi aggiunto - io invece ho voluto renderlo simile a me e l'ho riempito di giocattoli, di musica, di persone e di gatti!".

In origine erano 24 gatti, ma poi Luke ha dovuto ridimensionare il numero dei felini all'interno del locale affidandone qualcuno ad amici e parenti. Oggi ce ne stanno "solo" 15 tra cui Salvador, Absinthe, Pompidou, Caligula, tutti figli dei gatti Malcolm e Beresford. Un'iniziativa che ha spinto gli ispettori della RSPCA, Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals, ad un controllo direttamente al locale per assicurarsi del benessere di questi gatti.

"Ad alcuni gatti non piace essere accarezzati da sconosciuti, e in generale non raccomandiamo di tenere così tanti gatti in un posto chiuso", hanno poi spiegato gli ispettori. Tuttavia a preoccupare è l'alcol all'interno del locale: "E' come un veleno che ai gatti potrebbe fare molto male".

Il proprietario del locale di Bristol ha comunque rassicurato che i gatti non berrebbero mai l'alcol, "al massimo lo annusano". Inoltre, spiega Luke, i gatti sono liberi di entrare ed uscire quando vogliono.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X