Sabato, 18 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

"Spectre", parata di star alla prima mondiale del nuovo 007: ci sono anche William e Kate - Foto

LONDRA. L'avventura di 'Spectre' inizia sotto il segno dei giovani reali britannici, William, Kate ed Harry. Grandi fan di 007, hanno incontrato il cast dell'ultimo episodio nella saga cinematografica con protagonista James Bond alla premiere mondiale che si tiene nella Royal Albert Hall di Londra. Luogo di concerti celebri questa sera invece risuona con le esplosioni, gli inseguimenti e gli effetti speciali di quello che la stampa del Regno Unito definisce come il migliore Bond di tutti i tempi.

«Sono veramente orgoglioso di quello che abbiamo fatto, è stata dura ma ce l'abbiamo fatta», ha detto il protagonista Daniel Craig, impeccabile in smoking nella serata che molto probabilmente segna la sua ultima anteprima nei panni dell'agente segreto di sua maestà. Lui non si 'sbottona'. «Non lo so cosa succederà adesso», dice quasi seccato nel rispondere alla domanda che da mesi gli fanno tutti. E non si sbilancia nemmeno su chi vorrebbe, casomai, al suo posto. Con lui a calcare il tappeto rosso c'è il regista Sam Mendes e il cast
stellare del 24esimo episodio in una saga che ha saputo rinnovarsi: dalle bond-girl Lea Seydoux e Monica Bellucci, agli altri attori con ruoli centrali nel film, il 'cattivo' Christoph Waltz, Ben Whishaw e Ralph Fiennes. E l'Italia è rappresentata da una splendida Bellucci.

«È molto emozionante essere qui a Londra - dice - ed essere parte di questa tradizione».

Elogi poi per Craig, un «gentleman» quando interpreta 007 ma anche nella vita reale. Per la terza volta nella storia un film di Bond viene scelto come titolo per il 'Royal Film Performance', l'annuale evento cinematografico cui partecipano i membri della famiglia reale e il cui ricavato va al 'Cinema and Television Benevolent Fund', l'ente che tutela i membri dell'industria dello spettacolo in condizioni di difficoltà o indigenza.

A tenere banco negli ultimi giorni è stato il 'toto-Bond'. Tanti i nomi che circolano e le proposte per svecchiare un personaggio legato alla tradizione letteraria, per alcuni 'datata', di Ian Fleming. Lo stesso Craig ha contribuito a questo dibattito affermando che 007 è un tipo sessista, attaccato alla bottiglia e poco affidabile. Polemiche che però non hanno in alcun modo intaccato il successo annunciato di un film che ha già ricevuto gli elogi sperticati della stampa nazionale. Ha conquistato il punteggio pieno su Times e Guardian, che hanno concesso le fatidiche cinque stelle riservate ai capolavori. Ora dovrà però passare la prova del botteghino. Per la prima volta il film viene presentato in anteprima mondiale a Londra ed esce in contemporanea nelle sale del Regno Unito. In Italia si dovrà invece attendere fino al 5 novembre.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X