Giovedì, 21 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Al Pacino, la leggenda di Hollywood al traguardo dei 75 anni

NEW YORK. Taglia il traguardo dei 75 anni Al Pacino. Nato il 25 aprile 1940 a New York, nella zona di East Harlem da genitori di origine siciliane, Al Pacino insieme a Robert De Niro e Jack Nicholson è senza dubbio tra degli attori più grandi di Hollywood.

Una megastar colpevole, se può esserlo un attore, di essere capace di interpretare un sincopato Padrino come un credibile Riccardo III. Vale a dire di far convivere, con evidenti contaminazioni, recitazione teatrale e cinematografica. Una cosa questa che non sempre mette d'accordo tutti. Allievo della prima ora dell'Actor's Studio, Pacino ha attualmente al suo attivo otto candidature, ma un solo Oscar (per il remake di 'Profumo di donna').

I primi anni della vita sono difficili anche per l'estrema poverta' della famiglia. A scuola non e' certo il migliore della classe, ma eccelle per le sue straordinarie capacita di attore. Al si iscrive cosi' alla High School of Performing Arts di New York City, ma a diciassette anni la abbandona, va via di casa e inizia a cercare lavoro come attore.

Negli anni successivi esercita molti mestieri tra cui fattorino, operaio e traslocatore. Ma comunque continua a sviluppare le proprie capacita' di recitazione frequentando l'Actor's Studio di Lee Strasberg e l'Hebert Berghof Studio.

Durante gli anni sessanta Al Pacino lavora in teatro, partecipando a spettacoli di vario genere, da quelli per bambini alle produzioni di Broadway, e nella prima meta' degli anni Settanta, con una straordinaria sequenza di film.

Tra i piu' convinti scapoli d'oro di Hollywood, Al Pacino ha una figlia, Julie Marie, nata nel 1989 dalla relazione con l'insegnante di teatro Jan Tarrant, e due gemelli Olivia e Anton di nove anni, avuti dall'attrice Beverly D'Angelo. ''Tutti pensano che gli attori sono dei bugiardi. Si dice: 'smettila di recitare'. Ma io credo che si reciti solo nella vita, mentre nell'arte si persegue solo la verità'':

ecco una sua pillola di saggezza a chiusura dell'incontro all'Auditorium alla terza edizione del Festival Internazionale del Film di Roma nell'ottobre 2008.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X