Domenica, 15 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Esondazioni, scuole chiuse, nevicate e stop ai tir: Italia in ginocchio

ROMA. Esondazioni, scuole chiuse, nevicate su strade ed autostrade, stop ai tir, autotrasportatori inviperiti. E' il bollettino di un'altra giornata di maltempo in Italia, all'inizio di febbraio. Mobilitato anche il Papa, che ha fatto distribuire 300 ombrelli ai senzatetto romani. Miglioramenti, soprattutto al Nord, sono attesi nel weekend.

Le forti nevicate, anche in pianura al Nord, hanno creato disagi alla circolazione. I fiocchi bianchi hanno infatti interessato circa 700 km di rete di competenza di Autostrade per l'Italia, che ha messo in campo oltre 700 mezzi e 2.000 uomini. Gli accumuli più significativi si sono registrati sul tratto appenninico della A1 Milano Napoli, con oltre 40 centimetri tra Pian del Voglio e il valico di Citerna. A partire dalle 3 è stato disposto sul valico dell'Autosole il divieto temporaneo di circolazione per i tir. Code si sono quindi formate sull'A1 per i mezzi pesanti temporaneamente fermati sulle carreggiate autostradali. Ma, sottolinea Autostrade per l'Italia, "è sempre stata garantita la piena percorribilità della rete per i veicoli leggeri". Arrabbiati gli autotrasportatori. "Non è stata fatta - accusa Daniele Giovannini, presidente della Cna-Fita Emilia-Romagna - alcuna distinzione nei confronti dei veicoli equipaggiati con dotazioni invernali. Gran parte del personale delle nostre aziende si trova fermo da ore in condizioni difficili. Questa situazione ha prodotto un danno economico per le imprese e per l'intero sistema produttivo e si sono penalizzati solo i mezzi pesanti".

Sempre nell'Appennino, a causa delle intense nevicate, la strada Porrettana nel Pistoiese è stata temporaneamente chiusa al traffico in entrambe le direzioni, mentre è stata disposta la chiusura delle scuole domani nel modenese. Cancellati anche due treni nel tratto Pistoia-Porretta. Nell'area sale l'allerta valanghe. Problemi anche nel Lazio. Un treno senza passeggeri a bordo è deragliato in mattinata nei pressi della stazione di Manziana, vicino Roma, a causa di una frana sui binari dovuta al maltempo. Il torrente Vaccina a Ladispoli, vicino alla Capitale, è esondato a causa delle forti piogge. I vigili del fuoco hanno soccorso alcuni automobilisti rimasti bloccati per l'allagamento delle strade. A Roma il livello del Tevere ha superato gli 8 metri all'Idrometro di Ripetta. Anche oggi acqua alta a Venezia. La marea ha toccato una punta di 110 centimetri. A Trieste le raffiche di bora hanno raggiunto 112 kmh ed il Comune ha raccomandato agli anziani di evitare di uscire di casa, qualora non fosse necessario. Domani il quadro meteo non cambierà e la Protezione civile ha emesso un nuovo avviso di maltempo. Persisteranno le nevicate in pianura al Nord ed i temporali al Centro ed al Sud, con venti forti, mareggiate e diffuso rischio idrogeologico.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X