Martedì, 24 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Foto Cultura Festa dell’Unità del Mezzogiorno, a Palermo la musica di Roy Paci - Foto

Festa dell’Unità del Mezzogiorno, a Palermo la musica di Roy Paci - Foto

di

PALERMO
Appuntamenti
Oggi alle 18.00 ai Cantieri Culturali della Zisa (ex Officine Ducrot) in via Paolo Gili, 4 con la presenza di autorità si inaugura l Festa dell’Unità del Mezzogiorno. Ad animare la serata sarà il ritmo frizzante di Roy Paci e Aretuska con un concerto gratuito sul palco centrale alle 22.00. Dopo quattro anni la Festa dell'Unità torna a Palermo come unica festa dell’Unità organizzata da Roma in giù per rappresentare l’intero mezzogiorno d’Italia.

Solidarietà
"Amore a 4 zampe" è lo spettacolo che andrà in scena stasera dalle 21 al Teatro Jolly. Sul palco ci saranno Gianni Nanfa, Antonio Pandolfo, Toti e Totino, Giuseppe Giambrone e poi tanta musica. Ingresso con offerta libera. Il ricavato andrà al Rifugio del Cane abbandonato alla Favorita.
 
Da leggere
Oggi alle 18 alla Feltrinelli di via Cavour Gianni Silvestrini presenta il suo libro dal titolo "Due gradi. Trasformazioni radicali per salvare clima ed economia" in cui intervengono Federico Butera e Giuseppe Barbera. Ingresso libero.

Da sentire
Stasera all’Obika Mozzarella Bar delle terrazze della Rinascente dalle 20 ci sarà il concerto del Carlo Butera Trio. Ingresso libero.

Da gustare
Palermo chiama Monaco di Baviera, in nome della più importante e allegra festa della birra del mondo. Oggi alle 19 da Spillo la Birroteca - all’interno del Cortile di San Giovanni degli Eremiti di via dei Benedettini (accanto Palazzo dei Normanni, raggiungibile da piazza della Pinta e via del Bastione, a ridosso della chiesa arabo-normanna di San Giovanni degli Eremiti), in pieno percorso storico arabo-mediterraneo - si celebra il primo giorno di “Oktoberfest 2015”, ovvero il più importante evento popolare sul mondo birrario.L’Oktoberfest di Spillo continuerà ogni sera dalle 19 all’una di notte, fino al 31 ottobre.

A teatro
Fino al 27 settembre al teatro Massimo di piazza Verdi arriva “La Boheme” di Giacomo Puccini. Dirige Pier Giorgio Morandi con la regia di Mario Pontiggia.

Da vedere
Alla Real Fonderia ( Vicolo Fonderia, 3-5 Palermo) la mostra di Antonio Nuccio dedicata ai Viceré siciliani, che rimarrà aperta al pubblico fino a giovedì 24 settembre.
-
Quaranta tra le più conosciute opere di Andy Warhol, il poliedrico artista statunitense che ha rivoluzionato il concetto di arte nel mondo, saranno esposte aForum Palermo. La mostra dal titolo Forum Palermo diventa Pop... Art, che comprenderà serigrafie, litografie, grafiche, oggetti e offset firmate dall'artista, verrà inaugurata oggi (ore 12.00) a piazza Fashion, all'interno del centro commerciale (lato Uci), e sarà visitabile fino al 18 di ottobre (ingresso libero negli orari di apertura della galleria: ore 9.00/21.00). Un appuntamento importante non solo per i cultori della Pop Art ma anche per tutti coloro che hanno voglia di saperne di più. In esposizione opere immortali come la famosa Marilyn Monroe ma anche delle vere rarità come il Libro America, Cats, Lincoln Center, Invitation Flowers, Interview Magazine con i volti di Richard Gere, Tom Cruise,Stevie Wonder, Don Johnson e Olivia Newton John, e ancora Michael Jackson immortalato sulla copertina della rivista Time, e poi Mick Jagger con le straordinarie cover, diventate ormai cult, degli album dei Rolling Stones fino ad arrivare ai Campbell's soup dress (1968). La mostra è prodotta da PUBBLIWORK di Angelo Ciliani e la collezione delle opere è della NEW FACTORY ART, il cui presidente è Gino Capitò.
-
La Galleria d’Arte Moderna aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio promosse dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. La manifestazione, voluta nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea, è una straordinaria occasione per riaffermare il ruolo centrale della cultura nelle dinamiche della società italiana dato che ad essa aderiscono moltissimi luoghi della cultura statali e no, galleria, fondazioni e associazioni private con un calendario di quasi mille eventi in tutta Italia. Un racconto corale che rende l’idea della ricchezza e della dimensione diffusa del patrimonio culturale del Paese. Il tema di quest’anno è L’Alimentazione e la Storia dell’Europa: identità culturali e alimentari alle radici dell’Europa.  Oggi ingresso gratuito in Galleria dalle 9.30 alle 18.30 (ultimo ingresso alle 17.30) con la possibilità di fruire di due speciali percorsi tematici dedicati al tema delle tradizioni culturali siciliane.
-
Il Museo Civico di Castelbuono, ospita fino al 19 novembre, due mostre: “As unreal as everything else”di Seb Patane e “Grand Hotel ed des Palmes” di Luca Trevisani, a cura di Laura Barreca e Valentina Bruschi. La prima presenta un nuovo video sulla pratica dei Book Club, gli incontri dove i membri del gruppo si riuniscono per discutere di un libro scelto. La mostra di Trevisani fa parte di un progetto complessivo sul rapporto uomo-natura E si sviluppa su un lavoro di ricerca durato diversi mesi, con il Museo Minà Palumbo, a partire dalla collezione botanica e dall’erbario ottocentesco.
-
Fino Al 30 settembre all’Orto Botanico di via Lincoln sarà possibile visitare il Museo delle Palme. Il progetto è di A progect space. L’obiettivo è quello di rivitalizzare una collezione dell’Orto risalente agli anni 90 quando alcuni maestri italiani della pittura furono ispirati proprio dalle palme.
-
E’ stata prorogata fino al 27 settembre a palazzo Abatellis di via Alloro ci sarà la mostra “Bozzetti e modelli del 700 e del primo 800 dalle collezioni di palazzo Abatellis”, a cura di Gioacchino Barbera e Evelina de Castro. L’allestimento si potrà visitare dal martedì al venerdì dalle 9 alle 19 e sabato e domenica fino alle 13,30.
-
Villa Zito (via Libertà 52) riapre le porte e si trasforma in una grande pinacoteca di circa mille metri quadrati di sale espositive, disposte su tre piani. I visitatori potranno scoprire le opere più rappresentative della collezione pittorica della Fondazione Sicilia. Tele di grande valore, realizzate tra ‘600 e ‘900, dai più grandi maestri della storia dell’arte italiana. Il tutto è frutto del recupero dei pezzi dell’ex Banco di Sicilia, riottenuti dalle diverse filiali; e da altri, provenienti dal patrimonio della ex Cassa di Risparmio Vittorio Emanuele per le province siciliane. Orari: martedì e giovedì, sabato e domenica 16/20, mercoledì e venerdì, 10/14. Biglietti: 5/3 euro.
-
La Via Crucis, o “via della croce”, è un rito che propone una riflessione sul percorso doloroso di Gesù Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota. Durante la Settimana Santa i cristiani pregano di fronte a quattordici immagini, dette “stazioni” della passione di Cristo. Le opere di Fernando Botero raccolte per l’esposizione “VIA CRUCIS la pasión de Cristo” rappresentano una svolta nella carriera dell’artista, senza per questo mettere in ombra il tratto originale e peculiare del linguaggio che lo ha reso famoso. E’ possibile ammirare la mostra al Complesso Monumentale Palazzo Reale, Cappella Palatina fino al 30 settembre. Da lunedì al sabato dalle ore 8.15 alle ore 17.40 (ultimo biglietto ore 17.00). Domenica e festivi dalle ore 8.15 alle ore 13.00 (ultimo biglietto ore 12.15).
 
MESSINA
Da vedere
Fino al 30 settembre Lipari ospita la mostra “Eolie 1950-2015. Mare Motus” allestita nella ex Chiesa S. Caterina. A cura di Lea Mattarella e Lorenzo Zichichi, l’esposizione è l’ultimo step di un grande progetto comunitario biennale - Mareolie - concepito dall’architetto Michele Benfari (già direttore del Museo archeologico) e dall’archeologa Maria Clara Martinelli per valorizzare in chiave contemporanea l’area fortificata del Castello, già sede del prestigioso Museo Bernabò Brea.  Ingresso gratuito. Orari 10-19: aperto tutti i giorni.

TRAPANI
Da leggere
Oggi Paolo Marchi al Pocho di Macari  (San Vito Lo Capo), Paolo Marchi presenta il suo libro “Xxl” e  "100 x10" di Identità Golose, entrambi editi da Mondadori. Dopo Salina, il fondatore di Identità Golose ha scelto il luogo più rappresentativo della Sicilia occidentale per la cucina d'eccellenza. A presentare Marchi e le sue pubblicazioni, sarà Maria Antonietta Pioppo, giornalista e presidente della Fondazione Italiana Sommelier Sicilia. Interverranno, lo scrittore Giacomo Pilati e Marilù Terrasi proprietaria e chef del ristorante. La presentazione sarà seguita da una cena a base di cous cous rigorosamente incocciato a mano e i vari piatti saranno accompagnati dai vini dell'azienda Barone di Serramarrocco. La serata è organizzata da Stefania Lattuca in collaborazione con Fondazione Italiana Sommelier Sicilia occidentale.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X