Giovedì, 19 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Covid, in Sicilia in calo i contagi nell'ultima settimana ma i ricoveri rimangono sopra la media

Covid, in Sicilia in calo i contagi nell'ultima settimana ma i ricoveri rimangono sopra la media

Migliorano i dati relativi ai nuovi casi di Coronavirus in Sicilia (-12,6%) nell'ultima settimana, ma rimangono sopra la media nazionale quelli relativi ai posti letto occupati da pazienti Covid in area medica (20,8%) e in terapia intensiva (5,5%). È la fotografia che fornisce la Fondazione Gimbe, nella settimana dal 27 aprile al 3 maggio.

La provincia siciliana dove si è registrato un decisivo rallentamento di nuovi casi per 100mila abitanti è Messina, seguita da Enna. Nella città dello Stretto 736 (-26,6% rispetto alla settimana precedente), a Siracusa 719 (-9,5% rispetto alla settimana precedente), ad Agrigento 659 (-10,8% rispetto alla settimana precedente), a Trapani 652 (-4,3% rispetto alla settimana precedente),a Caltanissetta 619 (+4,8% rispetto alla settimana precedente), a Ragusa 602 (-7,6% rispetto alla settimana precedente), a Catania 543 (-10,4% rispetto alla settimana precedente), a Palermo 542 (-11,7% rispetto alla settimana precedente) e ad Enna 450 (-24,7% rispetto alla settimana precedente).

Sul fronte vaccinazione, c'è da segnalare le novemila somministrazioni di quarte dosi. Per quanto riguarda le persone immunocompromesse, il cui tasso di copertura è del 12,4% (media Italia 16,9%), mentre per over 80, ospiti RSA e fragili fascia 60-79 è del 1,8% (media Italia 5,6%).

La percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari al 9,5% (media Italia 7,1%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni temporaneamente protetta, in quanto guarita da COVID-19 da meno di 180 giorni, pari al 4,8%. Rimanendo sempre in età pediatrica, la popolazione 5-11 che ha completato il ciclo vaccinale è pari 26,8% (media Italia 34,4%) a cui aggiungere un ulteriore 3,1% (media Italia 3,5%) solo con prima dose.

Infine, sempre secondo Gimbe, la percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto la terza dose di vaccino è pari a 10,1% (media Italia 5,6%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni guarita da meno di 120 giorni, che non può ricevere la terza dose nell'immediato, pari al 13%.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X