Giovedì, 28 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Assalto alla Cgil di Roma, presìdi nelle sedi del sindacato in tutta la Sicilia

Assalto alla Cgil di Roma, presìdi nelle sedi del sindacato in tutta la Sicilia

Presìdi in tutta la Sicilia e manifestazioni di solidarietà dopo gli attacchi di ieri pomeriggio a Roma, nel corso delle manifestazioni contro il green pass.

Da Palermo ad Agrigento, passando per Trapani, nelle 120 sedi del sindacato si sono dati appuntamento decine di iscritti al sindacato, ma anche politici e comuni cittadini.

La mobilitazione è stata decisa dal segretario generale della Camera del lavoro Mario Ridulfo per "condannare il gravissimo e intollerabile atto che si p verificato ieri a Roma" e "respingere con la presenza di tanti questo attacco alla democrazia e a tutto il mondo del lavoro".

Alle nove anche ad Agrigento si sono aperte le porte della Camera del Lavoro. Oltre al gruppo dirigente, un centinaio di lavoratori e cittadini presenti al presìdio. Hanno partecipato numerose associazioni e fatto pervenire messaggi di solidarietà e sostegno all’iniziativa della Cgil che lotta contro ogni forma di violenza e attacco alla democrazia ed al mondo del lavoro.

Erano presenti o inviato messaggi il prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa; il presidente dell’Anpi, il Segretario della Lega delle Cooperative, la coordinatrice della Rete degli studenti medi, il presidente regionale dell’Associazione degli Assistenti sociali, il Cartello Sociale (Ufficio di Pastorale e sociale del lavoro, Cisl e Uil), il sindaco del comune di  Sciacca e del comune di Aragona, il segretario provinciale del Partito Democratico. A chiudere la manifestazione il segretario generale della Cgil di Agrigento, Alfonso Buscemi.

Solidarietà anche da Unicoop Sicilia: "Quanto accaduto a Roma è un atto deprecabile - dice il presidente di Unicoop Sicilia, Felice Coppolino -. Un vile attacco alla democrazia e un gesto inaccettabile da condannare senza se e senza ma. Da quasi due anni stiamo combattendo una durissima battaglia contro la pandemia, che è costata la vita in tutto il mondo a milioni di persone. Nessuno potrà mai dimenticare il lungo corteo di bare a Bergamo. E ieri quelle immagini hanno profondamente infangato quella memoria".

"Un attacco ignobile per tutto il sindacato - lo definisce Antonino Alibrandi, segretario generale della Cisl Messina - e pericoloso per la tenuta democratica del Paese. Lo condanniamo e siamo pronti a fare fronte comune ancora di più con tutto il sindacato confederale per dare una risposta reale e concreta ai bisogni dei cittadini e dei lavoratori".

Dal mondo politico interviene il segretario regionale del Partito democratico della Sicilia, Anthony Barbagallo, che oggi si è recato nelle sedi della Cgil di diversi paesi etnei: "Solidarietà e vicinanza totale alla Cgil dopo l'assalto subito ieri alla sede di Roma, durante la manifestazione indetta da No-green pass e No-Vax. Quello a cui abbiamo assistito ieri nella Capitale è un vero e proprio atto squadrista di 'infiltrati' alla manifestazione, fascisti che non si rassegnano, eversivi di di una estrema destra anacronistica e pericolosa". "Viva solidarietà" anche dal rettore dell'Università di Messina, Salvatore Cuzzocrea.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X