Sabato, 02 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Foto Calcio Una pazza Inter ribalta l'Empoli e torna davanti al Milan

Una pazza Inter ribalta l'Empoli e torna davanti al Milan

Una pazza Inter ribalta 4-2 un coriaceo Empoli, prendendosi tre punti fondamentali per continuare ad alimentare i sogni di scudetto. A San Siro decidono una doppietta di Lautaro Martinez, l’autogol di Romagnoli e il sigillo di Sanchez, che rendono vano il momentaneo doppio vantaggio ospite firmato Pinamonti e Asllani. La squadra di Inzaghi torna così momentaneamente al primo posto della classifica, in attesa della sfida tra Verona e Milan. Succede di tutto in un primo tempo assolutamente folle: i toscani passano in vantaggio dopo appena cinque minuti con Pinamonti, attaccante di proprietà dei nerazzurri ma in forza alla squadra di Andreazzoli, che piazza la zampata vincente su cross di Zurkowski.

A ruoli invertiti l’Empoli troverebbe anche il raddoppio 5’ più tardi, ma viene punito un fuorigioco di Pinamonti. L’Inter prova a reagire, colpisce un palo con Barella e si vede togliere giustamente un rigore dal Var per un fallo che non c’era di Parisi sullo stesso Barella. Al 28’ arriva l’incredibile raddoppio ospite firmato da Asllani, ma a ridosso dell’intervallo la squadra di Inzaghi rimette tutto incredibilmente in equilibrio nel giro di cinque minuti. Prima Romagnoli beffa il proprio portiere nel tentativo di respingere un cross di Dimarco, poi Lautaro realizza il 2-2 su assist di Calhanoglu. Nella ripresa è un assedio totale dell’Inter alla porta di Vicario, mostruoso in almeno due o tre occasioni a salvare i suoi, ma impotente sulla volèe dello stesso Lautaro Martinez al 64’ che vale il 3-2 nerazzurro. L’Empoli non ha più la forza di reagire e rischia di capitolare in più occasioni, ma i nerazzurri peccano di lucidità e falliscono diversi match point nel finale, colpendo anche un palo con Dzeko. All’ultimo respiro arriva comunque il poker definitivo di Sanchez su assist di Dzeko per il 4-2.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X