Domenica, 05 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Tempo libero

Home Cultura Tempo libero Miss Palermo all’insegna dello stile gitano

Miss Palermo all’insegna dello stile gitano

Saranno in tutto 40 le ragazze che parteciperanno alla gara, in programma sabato a Villa Filippina

PALERMO. Anche dalla sfilata che incoronerà la prossima Miss Città di Palermo arriva la conferma che l’autunno inverno 2014 – 2015 sarà all’insegna della moda gitana. A sostenerlo, tra gli altri, è Luan, punto di riferimento del fashion più “up to date", scelto come responsabile del look delle quaranta ragazze che si cimenteranno, sabato 13 settembre a Villa Filippina, in una gara di bravura e bellezza.
Organizzato dallo Studio Trentasei di Christian Carapezza il concorso che mira a promuovere l’immagine dei nuovi talenti palermitani, avrà quattro momenti moda, il classico in bikini, quello più da pin up in shorts e maglietta, e le due sfilate conclusive in abiti casual ed eleganti. Sarà, quindi, l’occasione per anticipare le tendenze della prossima stagione e, il responsabile del concept store che ha sede in via Gaetano Daita 20, Pippo Trapani, ha puntato su uno stile gipsy che, dopo aver contaminato l’estate 2014, si conferma prosecuzione invernale con le sue principali caratteriste, gonne ampie, forme destrutturate e ricami.
«Ci piace portare avanti una filosofia che contamina lo Street style – spiega Trapani – con la moda di Londra e Parigi, anticipando ciò che quelle piazze proporranno per la stagione successiva. Ed il prossimo autunno inverno ci saranno ancora gonne lunghe, già presentissime nella stagione estiva e figlie di uno stile gitano che si attarda anche ai primi freddi ma che, con colori come il giallo ed il bordeaux, transita pienamente nel mood di stagione. Molto diffuso anche il taglio a sbieco che con la asimmetria della caduta da un solo lato del tessuto crea movimento in abiti e gonne e slancia il fisico di chi lo indossa, e infine, un ritorno del nero che era stato messo da parte da qualche tempo».
Lo stile Gitano è un modo per vestirsi più informali ed essere anticonformiste, rendendo meno ingessato lo style look, con gonne e giacche ampie, stampe colorate vistose e tinte forti. Gli abiti, liberati da colli e collari abbottonati, mostrano le spalle ed incorniciano i décolleté in corsetti a clessidra, completati da gonne spumose o a paralume.
È stato Armani ad eccellere in questo stile nelle passerelle della scorsa stagione con le sue stoffe morbide e preziose. Sulla stessa scia anche Etro con le sue tipiche stampe molto etniche e le sue maxi skirt, 1530 euro per la gonna in seta, sofisticata e dai volumi maxi, con luminosi intarsi in lurex ispirati a un tema floreale.
Una fioritura fuori stagione che rende chic il look invernale, aggiungendo un tocco luxury al guardaroba. «Mi divertirò a trasformare in senso gitano – conclude Trapani – anche il look della presentatrice Giulia Todaro, già Miss Città di Palermo nel 2013, alternando su di lei vestiti ampi e gonnelloni». Mi.Av.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X