Sabato, 25 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport La Ferrari si scopre «inaffidabile», doppietta Red Bull al Gp di Spagna
FORMULA 1

La Ferrari si scopre «inaffidabile», doppietta Red Bull al Gp di Spagna

Ferrari, formula 1, Carlos Sainz, Charles Leclerc, Max Verstappen, Sergio Perez, Sicilia, Sport
Le Red Bull hanno dominato a Barcellona

L’illusione di quello che sembrava un ineluttabile trionfo si è spezzata poco prima di metà gara, al Montmelò, quando un dominante Charles Leclerc è stato fermato da un guasto, lasciando la vittoria del Gp di Spagna al rivale per il titolo, Max Verstappen. La Red Bull ha fatto doppietta, con Sergio Perez, e sul podio è salito George Russell con la Mercedes, mentre Carlos Sainz dopo una gara opaca ha chiuso quarto, sfruttando un rallentamento di Lewis Hamilton, autore di un’incredibile rimonta dall’ultimo posto.

È la prima volta, in sei gare, che la Ferrari ha un problema di affidabilità, penalizzando un Leclerc che per l’intero fine settimana aveva fatto tutto al meglio ma può consolare il Cavallino quanto mostrato in pista e lo stesso pilota, pur accusando il colpo «fa male», è fiducioso perchè «la macchina è tornata a darmi sensazioni ottime». Comunque venerdì prossimo Verstappen si presenta a Monaco da leader del mondiale piloti e la Red Bull in testa alla classifica costruttori, chiamando la Rossa a rispondere subito, anche perchè la Mercedes si è rimessa in carreggiata e ha probabilmente la miglior coppia di piloti.

Il sesto Gp stagionale non risparmia sorprese già alla partenza, con Sainz che si fa superare da Russell e Perez e una toccata tra Hamilton e Magnussen, col primo che deve tornare ai box insieme col danese. Al settimo giro, Sainz perde il controllo alla curva 4 e si gira sulla ghiaia, rientrando all’undicesimo posto. Poco dopo, è la volta di Verstappen fare lo stesso errore nello stesso punto, ritrovandosi da secondo a quarto. Gran lavoro per i meccanici ai box mentre Leclerc vola e ’tirà fino al lap 22, rientrando con le medie e un vantaggio di sei secondi su Russell e l’olandese, che col Drs fuori uso, fatica a superare la Mercedes. È show al giro 24, con i due rivali affiancati per varie curve senza che le posizioni cambino ma sta per consumarsi il dramma di Leclerc. Il motore saluta e lo costringe a tornare ai box. C’è ancora mezza gara da correre e Verstappen si rianima, andando a prendersi una importante vittoria, terza consecutiva e 24ª in carriera, grazie anche alla ‘moral suasion’ del team su Perez, indotto a cedergli il primo posto senza correre rischi. Sainz, nonostante il tifo indiavolato, non illumina la sua gara, il podio è irraggiungibile e nel finale si vede superare da Hamilton, che poi gli ricede la posizione accontentandosi del quinto posto.

Ai box Ferrari c’è delusione ma Mattia Binotto invita a «guardare al positivo di questo fine settimana, nonostante la dura giornata». «Sarà una stagione lunga, in passato è accaduto agli altri e oggi è capitato a noi - ha detto ancora il team principal -, ma non penso che si tratti di un problema importante». È fiducioso anche Leclerc: «È il nostro primo grosso problema quest’anno - ha dichiarato -. Fa male, perché succede in un gara in cui eravamo primi e in una buona gestione, ma il campionato è ancora molto lungo. Credo che, in momenti così, non si può far altro che guardare il positivo del weekend. Sono fiducioso per le prossime gare, guardiamo avanti». Di sicuro lo è ancora di più Verstappen.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X