Sabato, 27 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Pallanuoto, il Telimar Palermo vince la battaglia di... Anzio
SERIE A-1 MASCHILE

Pallanuoto, il Telimar Palermo vince la battaglia di... Anzio

Nella sesta giornata del campionato di pallanuoto maschile di Serie A1, il Telimar Palermo batte in trasferta la Waterpolis Anzio per 12-10. Match tiratissimo, quello contro una neopromossa davvero ostica. Il Club dell’Addaura sotto di un gol, risponde colpo su colpo fino al primo strappo, tentato dagli uomini di Baldineti a metà del secondo tempo. La partita, però, si gioca sul filo dei nervi e solo in chiusura della terza frazione i palermitani riescono a tornare in vantaggio, allungando sul +3 nell’ultimo quarto. Gli anziati ci provano, ma la qualità del TeLiMar viene fuori sul finale, con un’ottima gestione delle forze.

Sorprende la difesa palermitana in avvio l’Anzio che, dopo aver salvato su controfuga del Telimar, si butta sull’altro fronte e con Di Rocco la mette dentro per l’1-0. Il Club dell’Addaura pareggia su rigore con Vlahovic, ma i padroni di casa vanno nuovamente in vantaggio con Cunko su uomo in più, ma i ragazzi allenati da Baldineti riportano la partita in equilibrio con Marziali. Gli anziati chiudono il primo tempo sul 3-2 per la rete di Gandini in superiorità numerica.

Vassallo è una saracinesca

Vassallo salva diverse volte la porta dei padroni di casa, ma Vlahovic insiste e all’inizio della seconda frazione di gioco segna il 3-3. Sull’azione successiva, però, bel dialogo tra Gandini e Grossi, che da dentro i due metri supera Nicosia per il 4-3. Il TeLiMar, trascinato da Basic, per la prima volta si porta in vantaggio: il croato prima spara un siluro all’angolino alto, imparabile, e poi approfitta di un errore di Cunko per portarsi in controfuga davanti a Vassallo e siglare così il 4-5. A 2’30 dal termine del secondo tempo, però, nuovamente parità tra le due squadre, con Casasola che, lasciato libero di tirare, segna il 5-5. Da posizione 5 sul primo palo è Vlahovic a portare il Telimar di nuovo in vantaggio. A 18” tutto da rifare, per il tap-in di Lapenna che, dopo il tiro potente da fuori ribattuto da Nicosia, insacca la rete per il 6-6 su cui si va all’intervallo lungo.

Il sorpasso nel finale

La seconda metà del match vede le due difese avere la meglio fino alla rete in superiorità di Giorgetti per il 7-6, ma subito dopo è Del Basso da posizione centrale arretrata a riportare l’incontro in parità. Lo stesso numero 2 palermitano, questa volta su uomo in più, di rimbalzo su tiro di Basic segna il 7-8. Beduina di Lapenna per l’8-8. Assist di Marziali per Irving che in più la mette dentro per l’8-9. Per la prima volta il Telimar va addirittura sul +3 con Occhione che, prima, sorprende tutti da posizione defilata sullo scadere dell’azione e, poi, riceve da Giliberti per l’8-11. Un alzo e tiro di Gandini per accorciare le distanze. Si porta sul -1 l’Anzio con Presciutti in superiorità, quando manca 1’27 al termine. A spegnere le speranze dei laziali ci pensa Vlahovic, che firma il 10-12. Ci prova fino all’ultimo la squadra allenata da Tofani, ma la difesa palermitana porta a casa questi preziosissimi 3 punti. Usciti per limite di falli Grossi (Anzio WP) e Lo Dico (Telimar), nel quarto tempo.

Vlahovic: "Abbiamo preso 3 punti importantissimi"

«Sono molto contento per la squadra - dice Andrija Vlahovic, autore di un poker in questa giornata -. Siamo riusciti a prendere questi 3 punti importantissimi. Non era facile. Complimenti all’Anzio, un’ottima squadra, ostica, col pubblico caldo. Una bellissima atmosfera in cui giocare. Complimenti ai miei ragazzi, nonostante la stanchezza dopo le due partite sabato e mercoledì. Alla fine, la nostra qualità è uscita, Gimmo (Nicosia, ndr) è stato bravo in porta e noi abbiamo fatto quello che dovevamo fare sia in attacco che in difesa. Ci sono sempre alcuni errori, ma alla fine conta solo la vittoria!».

Il presidente Giliberti: "Partita durissima, ci hanno messo in difficoltà"

Guarda già alla prossima sfida, non solo sportiva, il presidente Marcello Giliberti: «Partita durissima, complimenti all'Anzio che ha giocato una grande partita, mettendoci in grande difficoltà. Abbiamo, però, tenuto nervi saldi sino alla fine, allungando poi negli ultimi tre minuti, per chiudere il match con una saetta di Andrija Vlahovic, che ha definitivamente stroncato i grintosi avversari. Grande striscia positiva fra Coppa e Campionato, in cui fra soli quattro giorni giocheremo di nuovo in trasferta contro i Campioni d'Italia del Brescia. Complimenti a questo straordinario gruppo, che ritengo possa avere in prospettiva ancora buoni margini di miglioramento. Unico nostro problema le tribune ancora inagibili, che spero l'Ufficio Sport del Comune di Palermo riesca ad affrontare e risolvere definitivamente».

L'Ortigia Siracusa fa il colpo a Savona

Vince in trasferta anche l'Ortigia Siracusa che batte la Rari Nantes Savona per 10-9. Grande protagonista il portiere dei biancoversi Tempesti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X