Martedì, 27 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Sinner fuori a Parigi-Bercy, le ATP finals si allontanano
TENNIS

Sinner fuori a Parigi-Bercy, le ATP finals si allontanano

Jannik Sinner, Sicilia, Sport
epa09561629 Jannik Sinner of Italy in action during his second round match against Carlos Alcaraz of Spain at the Rolex Paris Masters tennis tournament in Paris, France, 03 November 2021. EPA/YOAN VALAT

Jannik Sinner perde il duello tra baby fenomeni e complica la sua corsa verso le Finali Atp di Torino. Al secondo turno del «Rolex Paris Masters», ottavo ed ultimo ATP Masters 1000 dell’anno sul veloce indoor del Palais Omnisport di Parigi-Bercy, il n.9 del mondo ha ceduto 7-6(1) 7-5, dopo due ore e sette minuti di tennis stellare, allo spagnolo Alcaraz, n.35 ATP (“best”), pure lui semifinalista nel “500» della capitale austriaca.

Una sfida tutta Next Gen della quale l’unico precedente era favorevole al 18enne di El Palmar, a segno in tre set al primo turno del Challenger di Alicante ad aprile del 2019, quando Carlos non aveva ancora compiuto 16 anni. Sinner, semifinalista a Vienna la scorsa settimana dopo il titolo conquistato ad Anversa quella precedente, andava anche a caccia di punti preziosi per la "Race to Turin": al momento è nono, superato dal polacco Hurkacz.

L’altoatesino non potrà aggiungere punti a Bercy, al contrario dei suoi diretti rivali, tutti qualificati agli ottavi di Bercy. Ruud (7/o a +170 punti) affronterà uno tra Schwartzman e Giron, Hurkacz (8/o a +30 punti) se la vedrà con il lucky loser Koepfer, in un quarto stravolto dal ritiro di Tsitsipas, mentre Norrie (10/o a -60 punti) sfida l’americano Fritz. La prossima settimana si assegnano gli ultimi 250 punti dell’anno, con il 20enne di Sesto Pusteria che dovrà sperare in un’eliminazione precoce dei suoi diretti rivali per giocarsi il tutto per tutto nel torneo ATP di Stoccolma.
In mattinata era finita al secondo turno la corsa di Lorenzo Musetti. Il 19enne di Carrara, n.67 ATP, ripescato in tabellone come lucky loser, dopo aver finalmente battuto in rimonta la sua “bestia nera», il serbo Laslo Djere, n.51 del ranking, è stato battuto 6-3 3-6 6-3, dopo oltre due ore di lotta, dall’ australiano James Duckworth, n.55 del ranking, che al primo turno aveva eliminato a sorpresa in tre set lo spagnolo Roberto Bautista Agut, n.20 ATP e 14esima testa di serie.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X