Venerdì, 13 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
INFORTUNIO

Per Nadal inizio del 2019 da dimenticare, si ritira a Brisbane: problema alla coscia

Rafael Nadal si è ritirato dal "Brisbane International", torneo Atp 250 dotato di un montepremi di 527.880 dollari in svolgimento sui campi in cemento del Queensland Tennis Centre della città australiana, uno dei tre eventi che inaugurano la stagione del circuito maschile (gli altri due sono Doha e Pune).

Slitta ancora dunque il rientro nel circuito per un match ufficiale dello spagnolo, numero 2 del ranking mondiale, che in quanto prima testa di serie avrebbe dovuto entrare in gara direttamente al secondo turno per affrontare il francese Jo-Wilfried Tsonga, in tabellone con il ranking protetto (numero 239 Atp): il maiorchino è stato costretto al forfait per un’elongazione muscolare alla coscia sinistra evidenziata anche da una risonanza magnetica, problema che si era procurato la settimana scorsa ad Abu Dhabi dove aveva partecipato al "Mubadala World Tennis Champioship", torneo esibizione nel quale Nadal aveva ceduto in semifinale al sudafricano Kevin Anderson e poi aveva rinunciato alla finalina.

"Va molto meglio di quattro giorni fa e volevo giocare ma mi hanno indotto alla prudenza le raccomandazioni dei medici, che hanno detto che può aggravarsi con il rischio di dover poi saltare Melbourne", ha spiegato il 32enne Rafa, assente dal tour dalla semifinale degli US Open in cui si era ritirato contro l’argentino Del Potro.

Il posto in tabellone del mancino di Manacor - annunciato tra i protagonisti del FAST4 Showdown a Sydney la prossima settimana - viene preso dal giapponese Taro Daniel, numero 77 Atp, lucky loser e opposto dunque a Tsonga. Il vincente di questo incontro troverà poi nei quarti di finale il Next Gen australiano Alex De Minaur, numero 31 Atp e settima testa di serie, che ha fatto suo per 6-4, 6-2 il derby "aussie" con il connazionale Jordan Thompson, numero 72 Atp.

Debutto positivo invece, direttamente al secondo turno, per il giapponese Kei Nishikori. Il 29enne di Shimane, numero 9 del ranking mondiale e seconda testa di serie, ha superato per 7-5, 6-2 lo statunitense Denis Kudla, numero 63 Atp. Il nipponico nei quarti di finale troverà dall’altra parte della rete il bulgaro Grigor Dimitrov, numero 19 del mondo e sesto favorito del seeding, a segno qui nel 2017, che ha regolato per 6-3, 6-4 l’australiano John Millman, numero 38 Atp.

Ha centrato l’ingresso nei quarti anche il russo Daniil Medvedev, numero 16 del ranking e quarto favorito del seeding, battendo per 7-5, 6-2 il britannico Andy Murray, che si è aggiudicato questo torneo nel 2012 e 2013, in gara con il ranking protetto (attualmente numero 240 della classifica mondiale dopo il lungo stop per l’infortunio all’anca) e alla ricerca della miglior condizione.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X