Martedì, 21 Maggio 2019
IL TURNO NATALIZIO

Serie A, per Juve e Milan un "boxing day" deludente: vola la Lazio

La Juve in dieci rimonta la solita gagliarda Atalanta e agguanta quota 50 punti con un 2-2 show. La firma è d'autore: ci pensa Cristiano Ronaldo, al 12/o centro, subentrato dalla panchina, a vanificare le prodezze di Zapata, che sigla una doppietta. Nella lotta fratricida di Bologna Simone Inzaghi rovina le feste a Pippo lanciando la Lazio a un solitario quarto posto. Bologna sempre più a fondo e Pippo Inzaghi verso l'esonero.

Il boxing day regala l'ennesima delusione al Milan: terzo pari in quattro partite col Frosinone che recrimina per le prodezze di Donnuramma e la panchina di Gattuso continua a scricchiolare. Il Milan infatti scivola al sesto posto superato dalla Sampdoria, ancora trascinata da Quagliarella (splendido colpo di tacco), che regola facilmente il Chievo fanalino di coda che torna a perdere dopo 5 pari di fila. Solita doccia scozzese per i tifosi viola: dopo il successo a Milano arriva infatti la caduta in casa col vispo Parma grazie a Inglese, a segno nel recupero del primo tempo. Nello stesso frangente prende forma il successo del Cagliari con Farias, poi il Genoa di Prandelli non riesce a recuperare.

Terzo 2-2 di fila tra Atalanta e Juve. Per i bianconeri è il secondo pari in 18 partite e la squadra di Gasperini, tosta ed equilibrata, recupera il fortunoso vantaggio bianconero su autogol. Zapata ribalta la gara. Sembra fatta perché la Juve perde Betancourt per doppio giallo e ha l'occasione del 3-1. Ma c'è Ronaldo in agguato e finisce in un giusto pareggio. Poi Allegri ribatte civilmente a De Laurentiis per la polemica sull'arbitro Banti.

La classifica diventa interessante perché la Lazio agguanta il quarto posto e si lancia a caccia dell'Inter. La squadra torna fluida, Luis Alberto incide in rifinitura, ma Simone Inzaghi sorride amaro perché il suo successo mette all'angolo il fratello Pippo. Il Bologna è sempre terz'ultimo, ma si avvicina il Frosinone che ferma un Milan sempre più involuto. Higuain continua a latitare, la squadra è deludente e si salva grazie a Donnarumma, poi la Var annulla un gol di Ciano.

A caccia di Europa c'è sempre la Samp che viene fuori alla distanza col suo gioiello Quagliarella, che trova l'11/o sigillo stagionale e si gioca il titolo dei marcatori con Piatek e Ronaldo. Nel gruppone che aspira all'Europa League entra pure il Parma di D'Aversa che batte e raggiunge la Fiorentina. Alla chiusura del girone d'andata manca il turno di sabato, ma a parte Juve e Napoli in testa e il malinconico ultimo posto del Chievo, tutto è ancora da decifrare

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X