Lunedì, 22 Luglio 2019
SERIE A

Il calciomercato finisce senza botti: Pastore non va all'Inter e Politano rimane al Sassuolo

calciomercato, SERIE A, Javier Pastore, Sicilia, Sport
Javier Pastore

MILANO. Il colpo di scena finale non c'è stato. Il Napoli ci prova, tratta, rilancia addirittura fino a 28 milioni di euro, includendo anche i cartellini di Farias e Ounas. Ma Politano rimane al Sassuolo. Ad una manciata di minuti dalla fine, si arrendono De Laurentiis e Sarri. Non arriverà il rinforzo in attacco. Un destino condiviso con Luciano Spalletti che, con l'amaro in bocca, deve accettare di non poter allenare Javier Pastore.

Anche l'ultima giornata racconta di trattative sfumate, senza trasferimenti ad effetto. Se il Napoli tenta fino all'ultimo istante di strappare Politano ai neroverdi, l'Inter - con una punta di amarezza per il popolo nerazzurro - getta la spugna già nel primo pomeriggio: nonostante giorni di continui contatti e incontri con l'agente Marcelo Simonian, Javier Pastore non vestirà la maglia nerazzurra. "Non c'erano le condizioni economiche - spiega Ausilio - il nostro mercato è di prestiti con diritto di riscatto e il Psg non ha mai aperto". Esito che influenza anche la trattativa tra Brozovic e il Siviglia. La cessione è stata bloccata per il mancato arrivo di un rinforzo. "Non abbiamo approfondito - dice il ds - non avevamo un sostituto all'altezza e Spalletti punta molto su di lui". Pinamonti che sembrava destinato al Sassuolo, ha preferito giocarsi le sue carte in nerazzurro. Unica cessione confermata, quella di Nagatomo in prestito oneroso al Galatasaray.

La Roma trattiene Dzeko, cede il messicano Hector Moreno alla Real Sociedad e sostituisce Emerson Palmieri, passato al Chelsea, con Jonathan Silva, argentino dallo Sporting Lisbona reduce da un grave infortunio. Proverà a rilanciarsi, obiettivo che lo accomuna a Giaccherini che lascia il Napoli per il Chievo. Anche Pazzini divorzia dal Verona, dopo una stagione difficile, per cercare spazio col Levante dove è approdato in prestito. La Juventus lavora solo in uscita, per valorizzare i giovani in rosa: cede Lirola al Sassuolo, Mattiello all'Atalanta e Orsolini in prestito al Bologna. Nulla di fatto, invece, per il Milan che aveva già annunciato di non voler cambiare in corsa. Falcinelli passa dal Sassuolo alla Fiorentina, che a sua volta cede ai neroverdi Babacar. Il Bologna si rinforza in difesa assicurandosi Romagnoli, scuola Milan, dall'Empoli. Anche la Spal pensa alla retroguardia acquistando Simic dalla Sampdoria.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X