Venerdì, 14 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Us Open: fuori Vinci e Giorgi, avanti Lorenzi e Fabbiano
TENNIS

Us Open: fuori Vinci e Giorgi, avanti Lorenzi e Fabbiano

NEW YORK. Subito eliminata Roberta Vinci agli US Open, quarto e ultimo slam della stagione sul cemento di Flushing Meadows a New York: la trentaquattrenne pugliese n.47 del ranking Wta è stata sconfitta per 7-5 6-1 dalla statunitense Sloane Stephens (n.83). In precedenza era stata eliminata anche Camila Giorgi: la venticinquenne di Macerata n.69 al mondo ha perso 6-3 6-4 con la slovacca Magdalena Rybarikova (n.32). Oggi in campo per il primo turno Francesca Schiavone: la trentasettenne milanese n.77 della classifica mondiale sfiderà l'estone Kaia Kanepi (n.418).

Bene l'esordio di Paolo Lorenzi . il trentacinquenne senese n.40 del ranking Atp ha battuto in tre ore il portoghese Joao Sousa (n.50) per 4-6 6-3 7-6(4) 6-2. Al secondo turno troverà il lussemburghese Gilles Muller, n.23 al mondo e 19/a testa di serie del torneo. Avanti anche Thomas Fabbiano: il ventottenne pugliese n.82 Atp ha superato l'australiano John-Patrick Smith (n.202) col punteggio di 7-6(5) 6-4 3-6 7-6(4). Male invece Alessandro Giannessi: il ventisettenne spezzino n.91 al mondo è stato subito eliminato del lettone Ernests Gulbis (n.257, ex n.10) per 6-4 6-7(3) 6-2 7-5. Oggi scendono in campo per il primo turno altri tre azzurri: derby tra Stefano Travaglia e Fabio Fognini; Andreas Seppi sfida lo spagnolo Roberto Bautista Agut.

Tra le big bene Maria Sharapova, che ha battuto la romena Simona Halep (6-4, 4-6, 6-3). Vittoria che proietta la 30enne russa tra le favorite al successo finale nel torneo sui campi in cemento di Flushing Meadows. "Sembrava quasi che non avessi il diritto di vincere questa partita - ha detto - E invece, in qualche modo, ci sono riuscita: è la cosa di cui sono più fiera". La ex numero 1 del mondo non giocava in uno Slam da oltre un anno e mezzo ed è reduce da un infortunio al braccio sinistro che l'ha costretta a ritirarsi dal torneo di Stanford e poi a saltare quelli di Toronto e Cincinnati. In precedenza, inoltre, aveva scontato la squalifica di 15 mesi per la vicenda Meldonium dopo la quale, precipitata fuori dalla top 100 del mondo, ha fatto continuo ricorso alle wild card attirandosi i giudizi negativi di molti colleghi e colleghe.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X