Giovedì, 16 Luglio 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport La Spal in serie A dopo 49 anni, Sgarbi tifoso: piccolo rinascimento
FESTA A FERRARA

La Spal in serie A dopo 49 anni, Sgarbi tifoso: piccolo rinascimento

TERNI. Si è giocato con l'orecchio teso ai risultati degli altri campi, al Liberati durante l'incontro tra Ternana e Spal. Pochi istanti prima del fischio che ha decretato la fine della partita, è arrivata anche in campo la notizia del vantaggio del Benevento sul Frosinone che, nonostante la sconfitta degli emiliani, ha sancito l'aritmetica promozione della Spal in serie A dopo 49 anni.

Gioia nella panchina della Spal negli ultimi istanti di gara e dopo il fischio finale di Manganiello è un tripudio di emozioni anche per i quasi duemila tifosi ospiti arrivati al Liberati. Fumogeni e cori accompagnano i festeggiamenti di tifosi e anche dei giocatori che vanno ad abbracciarsi sotto la curva ovest riservata ai propri supporter. Bandiere stendardi e fumogeni colorano la curva. Le maglie dei giocatori finiscono ai tifosi per lasciare il posto ad una maglia che celebra la massima serie. Festeggiano anche i tifosi della Ternana, oggi presenti in buon numero, per una salvezza possibile.

Tutti felici allo stadio Liberati, la Ternana per la vittoria e la Spal per la serie A. "Chi non salta è un Bolognese", "Presidente portaci in Europa" cantano i tifosi spallini, mentre i giocatori incitano i propri sostenitori a fare festa e a lanciare ancora cori. Poi i giocatori si allontanano per prendersi tutti per mano e fare un tuffo tutti insieme sotto la curva.

"La promozione della Spal è un segno di rinascita, un piccolo rinascimento per una città in decadenza". Vittorio Sgarbi, ferrarese e sostenitore della squadra cittadina, ne commenta così all'Ansa il ritorno in serie A dopo 49 anni. "Domenica scorsa era il mio compleanno e speravo coincidesse con la promozione, per avere un regalo speciale. Invece tutto è stato rinviato ma questo risultato, tardato e giunto solo oggi e anche a fatica, è ancora più bello e venerabile". E ancora:  "Da giovane seguivo la squadra in serie A e ricordo ancora tanti suoi giocatori - aggiunge il critico d'arte -. Ora che la Spal è tornata nella massima serie sono convinto che farà bene ed è possibile che io possa tornare allo stadio".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X