Venerdì, 21 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Muriel non sbaglia, Milan in crisi Poker di Parolo, Lazio show
SERIE A

Muriel non sbaglia, Milan in crisi
Poker di Parolo, Lazio show

ROMA. È il weekend delle marcature plurime  in trasferta: dopo le triplette ieri di Hamsik e Mertens, Marco  Parolo fa poker nel 6-2 della Lazio a Pescara, che consente al  gruppo vincente di Inzaghi di portarsi a 43 punti con un  momentaneo quarto posto. Una Lazio che segna a raffica come il  Napoli, ma a fare notizia è soprattutto il terzo ko di fila del  Milan che cede in casa alla Samp ritardando sensibilmente il suo  cammino verso l'Europa.

Non ha difficoltà invece la solito,  splendida Atalanta che si affida alla doppietta di un sempre più  efficace Papu Gomez per mettere sotto il Cagliari. Si aggrava la  posizione di Juric visto che stavolta Simeone rimane al palo e  il Genoa viene battuta in casa dal Sassuolo. Pari combattuti tra  Empoli e Torino e Chievo e Udinese.     In attesa del derby d'Italia Juve-Inter, della sfida salvezza  Palermo-Crotone e del lontano posticipo di martedì   Roma-Fiorentina, è l'ennesimo stop del Milan a creare la  sorpresa. Montella plaude comunque al gioco dei suoi, ma di gol  non se ne vedono e la squadra commette molti errori. Su uno di  questi Paletta stende stupidamente Quagliarella in area e Muriel  non fallisce il rigore. Per la Samp il secondo scalpo nobile,  dopo quello della Roma, e una risalita sicura.

I rossoneri  premono con continuità ma serve  a poco, con un nervosismo  crescente del pubblico che fischia la sostituzione di Bacca, che  esce blaterando la sua ira. In attesa del closing il Milan  arranca e rischia di restare per il terzo anno di fila senza  Europa.     Questo problema non dovrebbe correrlo la Lazio che stravince  a Pescara anche se, dopo i primi due gol di Parolo, frena  bruscamente permettendo il recupero dei padroni di casa che  sbagliano il quinto rigore dell'anno, con Caprari. Poi la Lazio  dilaga con le splendide giocate sulle fasce di Keita e Anderson,  il lavoro tambureggiante di Immobile e le incursioni micidiali  di Parolo che sigla tre gol di testa e un altro inserendosi  da  dietro. Una giornata da incorniciare per il centrocampista della  nazionale e una punizione troppo severa per il Pescara,  che  però ha una difesa da brividi.

L'Atalanta continua a vincere e a convincere: una doppietta  di Gomez (una perla il secondo gol) mette ko un Cagliari al  solito molle in trasferta. Il gioco di Gasperini è potente  e  continuo, le discese di Conti sono sempre letali per una squadra  che mira all'Europa League e ha le carte in regola per  raggiungerla. Il solito Toro sprecone passa in vantaggio col  15/o gol di Berardi, sbaglia un rigore anche con Iago Falque e  l'Empoli si prende un punto con un goffo passaggio all'indietro  di Ajeti che si impanta sul terreno zuppo e su cui è lesto a  inserirsi Pucciarelli. Pari senza troppe emozioni tra Chievo e  Udinese, due squadre tranquille e a pari punti: i veneti non  sfruttano la fase finale in superiorità numerica per  l'espulsione di Cesar. Si accentua intanto la crisi del Genoa  che, su un terreno pesantissimo, non riesce a recuperare il  vantaggio del Sassuolo segnato da Pellegrini. Per i rossoblù,  che non vincono da metà dicembre, prosegue la via crucis che  potrebbe costare cara a Juric.

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X