Venerdì, 07 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Hamilton fa suo il Gp d'Austria Sorpasso all'ultimo giro, 3° Raikkonen
FORMULA 1

Hamilton fa suo il Gp d'Austria
Sorpasso all'ultimo giro, 3° Raikkonen

VIENNA. Mercedes imprendibili e Ferrari sfortunata in Austria. Vince all'ultimo giro Lewis Hamilton, che trionfa dopo un sorpasso choc su Nico Rosberg e riapre il mondiale. Per la casa di Maranello la vittoria sfuma ancora una volta, anche se acciuffa un altro podio in extremis con Kimi Raikkonen. Ma è giallo sulla gomma di Sebastian Vettel esplosa al ventisettesimo giro. Incredulo l'ex campione del mondo: «La gomma è esplosa dal nulla, è successo tutto all'improvviso, senza nessuna avvisaglia. È un punto interrogativo perchè sia esplosa così». «Forse aveva un taglio per un cordolo» azzarda Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari, che ammette
un pò sconsolato: «Certo, la sfortuna non ci vuole mollare". Deluso anche Raikkonen nonostante il terzo podio: "Non abbiamo fatto quello che potevamo e non abbiamo ottenuto quello che volevamo. Il podio non è male, è un pò un regalo ma non ci lamentiamo. Sono deluso perchè avrei potuto anche conquistare il secondo posto, le bandiere gialle mi hanno rallentato".

Il podio si è deciso all'ultimo giro con il contatto subito dopo il rettilineo tra Rosberg ed Hamilton. Il britannico, in rimonta, nel sorpasso dall'esterno ha chiuso un pò la curva e ha toccato l'alettone anteriore del compagno di squadra. Con l'ala rotta il tedesco è stato costretto a rallentare. Hamilton si è involato così verso la sua terza vittoria stagionale, mentre anche Verstappen e Raikkonen sono riusciti a sorpassare Rosberg, che fallisce il tris piazzandosi, dopo le due vittorie precedenti, solo quarto. Il tedesco ha evitato sanzioni e resta  in testa al mondiale piloti, ma il suo vantaggio su Hamilton si è ridotto a 11 punti. Mentre Raikkonen raggiunge Vettel a 96.

È la prima volta quest'anno che Hamilton vince dalla pole, cui si è aggiunto anche il giro più veloce, molto vicino al record di Michael Schumacher. Al via il britannico è scattato subito in testa davanti a un ottimo Jenson Button, che poi arriverà sesto, e Raikkonen. Dietro Rosberg, partito sesto per la penalizzazione, si è presto riportato sui primi e dopo appena undici giri è stato il primo a fermarsi per il pit-stop per mettere le gomme soft, Hamilton ha proseguito in testa altri undici giri prima di fermarsi ai box. Al 27/o giro è entrata la safety car dopo il ritiro di Vettel, via radio il tedesco si è scusato con il suo team. "Sorry guys", ha detto dispiaciuto. La
gara poi è ripresa con Rosberg davanti a tutti. Nemmeno un problema al deflettore l'ha frenato. Le Mercedes hanno poi fatto una seconda sosta: curiosamente i meccanici hanno scelto di montare le soft a Hamilton e le supersoft a Rosberg. Al 61/o giro il tedesco è tornato di nuovo in testa superando Verstappen, poi infilato anche da Hamilton. Negli ultimi giri il duello è stato tutto in casa Mercedes, e per poco non finiva come in Spagna. "Ho approfittato di un errore di Nico - ha detto Hamilton - ma potrebbe anche aver avuto problemi ai freni. La safety car mi ha sfavorito, e poi con le soft non è stato semplice portarle a temperatura, ma poi ho spinto bene. Non ho mai mollato. Battaglie come queste sono l'essenza delle corse".

Il duello con Rosberg riprenderà domenica a Silverstone, dove Hamilton corre in casa. Il mondiale sembra sempre più una
questione tra loro due.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X