Lunedì, 26 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Atp Finals, Federer versione deluxe mette al tappetto Djokovic
TENNIS

Atp Finals, Federer versione deluxe mette al tappetto Djokovic

LONDRA. Roger Federer ha inflitto a Novak Djokovic la prima sconfitta dopo una striscia positiva di 23 match ed è lanciato verso le semifinali delle Atp World Tour Finals, che sono invece praticamente precluse a Fabio Fognini e Simone Bolelli, battuti per la seconda volta nel torneo di doppio sul veloce indoor della 02 Arena di Londra.  Il 34enne fuoriclasse svizzero (3) si è imposto per 7-5,6-2, in un'1h18', sul serbo, sei anni più giovane e in vetta alla classifica, portandosi in vantaggio, 22-21, nel bilancio delle loro sfide, uno dei classici che hanno illuminato il tennis degli ultimi anni.

E vendicando così l' ultimo ko, il 13 settembre nella finale degli Us Open. Campione in carica (oltre che nel 2008, 2012 e 2013) al Masters, 'Nolè ha subito oggi la sesta sconfitta, a fronte di 79 vittorie, del 2015, annata eccezionale, che gli ha regalato 10 titoli: anche la precedente era stata contro 'King Roger', in agosto in finale a Cincinnati. Recordman di presenze (13) e di titoli (6) nel torneo, il campione di Basilea ha prevalso nettamente sul belgradese, poco preciso e alquanto falloso (solo 12 vincenti e 22 errori gratuiti). Dopo un primo set equilibrato, con break al 12/o game, Federer ha imposto il proprio gioco nel secondo, sfoggiando a tratti tennis di altissimo livello.  Nel singolare precedente, il giapponese Kei Nishikori, numero 8 Atp, aveva riscattato il ko di domenica con Djokovic imponendosi, per 7-5 3-6 6-3, sul ceco Tomas Berdych, numero 6, che due giorni prima era stato liquidato dallo svizzero.

Nel doppio, sono praticamente ridotte a zero le 'chancè di superare la fase a gironi per Fognini e Bolelli, primi italiani a partecipare al Masters nel doppio (in singolare vi sono riusciti Adriano Panatta nel 1975 e Corrado Barazzutti nel 1978). I vincitori degli Australian Open 2015 - prima coppia azzurra a conquistare un titolo Slam dopo Pietrangeli e Sirola nel 1959 al Roland Garros - sono stati battuti per 6-3 6-2, in appena 56', da Bob e Mike Bryan, campioni in carica e coppia numero 1 del mondo. È stato netto il predominio dei 37enni genelli statunitensei, inesorabili sotto rete.  Fabio e Simone avevano perso anche il primo match, domenica, contro il britannico Jamie Murray (fratello minore del più noto e titolato Andy) e l'australiano John Peers. Anche i Bryan, due giorni fa, avevano ceduto, inaspettatamente, all'indiano Rohan Bopanna e al romeno Florin Mergea: ma, con la vittoria di oggi,  restano in corsa per le semifinali. Che si contenderanno con Murray e Peers, superati per 6-3 7-6 (5), da Bopanna e Mergea, a punteggio pieno nel girone e qualificati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X