Mercoledì, 20 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Ferrari, in Spagna novità sull'auto per braccare le Mercedes
FORMULA 1

Ferrari, in Spagna novità sull'auto per braccare le Mercedes

MARANELLO. Un bel pacchetto di novità aerodinamiche e le stesse gomme che hanno permesso a Sebastian Vettel di trionfare a Sepang in Malesia. In vista dello sbarco  in Europa del Circus con il Gran Premio di Spagna a Montmelò, si riaccende la sfida tra la Ferrari e le Mercedes con le Rosse che si presenteranno sul circuito vicino a Barcellona con nuove ali e fondo e diffusore ritoccati.

Novità che potrebbero consentire alle Rosse di guadagnare preziosi decimi di secondo tanto da avvicinarsi ancor di più alle Stelle d'Argento. «La Ferrari arriverà a Barcellona con degli aggiornamenti relativi all'aerodinamica che - evidenzia Paolo Filisetti, commentatore ed esperto di tecnica del Circus - potrebbero consentirgli un miglioramento dei tempi sul giro fino a tre decimi di secondo anche se c'è chi parla addirittura di un miglioramento fino a 4 decimi, un'enormità per la Formula 1».  La Ferrari che vedremo a Montmelò dovrebbe poi mantenere quel muso allungato che l'ha resa così equilibrata belle prime quattro gare della stagione. «La Rossa - spiega Filisetti - porterà sul circuito catalano ali nuove davanti e dietro, un nuovo fondo e un nuovo diffusore, mentre per il motore bisognerà aspettare il Gp del Canada quando arriveranno 20 cavalli in più. E in linea teorica la Ferrari dovrebbe essere più vicina alla Mercedes anche se come visto in Bahrain i valori in campo sono ormai quasi equivalenti in gara. Le gomme poi saranno le stesse della Malesia (dove trionfò Vattel, ndr), le dure e le morbide portate dalla Pirelli».

Per capire il gap ancora esistente tra le due big della Formula 1 bisognerà però vedere i miglioramenti apportati dalla scuderia campione del mondo. «Ovviamente - indica Filisetti - la Mercedes non resterà a guardare, porterà anch'essa delle evoluzioni ma non credo che avrà un netto miglioramento per tornare a dominare come prima». C'è chi dice che la Mercedes finora non abbia forzato? «Per quanto visto in Bahrain non mi sembra proprio. Rosberg se avesse potuto non si sarebbe fatto superare da Raikkonen. Dopo il ko in Malesia, in Cina la Mercedes è stata costretta ad anticipare la nuova ala e non mi pare che si sia cullata sugli allori. A riconoscere la forza della Ferrari è poi lo stesso Hamilton che alla fine di ogni gara va a curiosare dalle parti della SF15-T. Dunque visti i primi Gp la Ferrari c'è e potrà giocarsela con la Mercedes per tutte le prossime gare. Da notare - conclude l'esperto di tecnica della F1 - anche il nuovo approccio di Kimi Raikkonen, molto più coinvolto con la squadra e molto impegnato al simulatore a testare i nuovi sviluppi a Maranello».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X