Venerdì, 01 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Notte di Capodanno 2021, il doodle di Google e le tradizioni che resistono alla pandemia
SAN SILVESTRO

Notte di Capodanno 2021, il doodle di Google e le tradizioni che resistono alla pandemia

capodanno, doodle di google, Sicilia, Società
Il doodle di Google per l'ultimo dell'anno

Notte di Capodanno 2021. Con un doodle dedicato all'ultimo dell'anno Google rivolge i suoi auguri al mondo. E lo fa con un disegno discreto, con un 2021 lampeggiante all'interno della scritta "Google" con i festoni e le palle dell'albero di Natale colorate già proposta durante le feste. Un'immagine sobria, come è necessario che sia sobria una ricorrenza fortemente condizionata dalla pandemia.

Una festa che anche quest'anno paga un forte dazio, sacrificando tradizioni e usanze per evitare l'aggravarsi dei contagi. Si brinderà in casa e la raccomandazione è di usare prudenza in un momento in cui la variante Omicron si sta diffondendo con estrema rapidità.

La tradizione, il cibo e l'abbigliamento

Se verranno meno i veglioni e le feste nei locali, la tradizione del cibo di Capodanno nelle famiglie è salva. Il cenone, frutto di una lunga preparazione e che si fonda sulle usanze locali, in gran parte delle case ci sarà. Anche se l'auspicio di tutti è che si evitino tavolate sterminate e che ci sia prudenza. Al di là delle tradizioni specifiche di ogni regione, in Italia ci sono diversi elementi che non possono mancare a tavola in questo giorno particolare: le lenticchie, lo zampone e lo spumante innanzitutto. 

Le lenticchie soprattutto sono un fattore comune, nella notte di San Silvestro, simbolo di prosperità economica. Ed è un'usanza che si tramanda dall’antica Roma, quando i legumi venivano abbinati al cotechino, come accade ancora oggi in molte zone del Paese.

Una tradizione che certamente potrà resistere, nonostante le limitazioni dovute alla pandemia riguarda l’abbigliamento. Indossare un intimo rosso, in genere è ritenuto il presagio di un anno fortunato.

Di buon auspicio, inoltre, indossare qualcosa di nuovo: anche in questo caso è preferibile che coincida con un indumento rosso. Il motivo? Accogliere l'anno nuovo con un spirito rinnovato è segno di prosperità.

E poi c'è anche l'usanza di appendere il vischio alla porta: pianta sacra, considerata presso molte culture una specie di piccolo miracolo visto che germoglia in pieno inverno. Secondo la tradizione popolare il vischio riesce ad allontanare i guai e dunque appeso alla porta di casa, secondo le antiche credenze, terrebbe lontani gli spiriti maligni. Ecco perché si ritiene che il bacio sotto al vischio assicura agli innamorati un anno di amore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X