Venerdì, 07 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Brescia, addio all'enologo Franco Ziliani: il signore del Berlucchi
AVEVA 90 ANNI

Brescia, addio all'enologo Franco Ziliani: il signore del Berlucchi

di
Sicilia, Società
Una foto recente di Franco Ziliani, "padre" del Franciacorta

Se ne è andato all’improvviso, il giorno di Santo Stefano, dopo un anno di celebrazioni e riconoscimenti. Aveva 90 anni Franco Ziliani enologo che ha reso celebre in tutto il mondo una porzione di territorio Bresciano e il suo vino: aveva fondato nel 1961 la cantina Guido Berlucchi e creato il Franciacorta.

Ha creato i moderni vini di Franciacorta

«Ha rivoluzionato le sorti di un’intera regione vinicola, creando i moderni vini di Franciacorta e dando così un nuovo destino al territorio delle colline intorno al Lago d’Iseo», ha ricordato in una nota la Guido Berlucchi spa. Nel 2021 Ziliani aveva festeggiato il 60esimo anniversario della prima bottiglia di Franciacorta creata, seguendo le orme francesi, subito dopo “nacquero le prime 3.300 bottiglie di Pinot di Franciacorta, il germe di quello che sarebbe diventato in seguito uno dei nuovi territori enologici di qualità italiana più importanti e del successo odierno del Franciacorta DOCG», come ha ricordato la famiglia.

Le prime bottiglie vendute a 1.200 lire, mille in più rispetto alla concorrenza

Le prime bottiglie vennero vendute a 1200 lire contro le 200 lire che costava il Pinot del Castello. Fu una sfida vinta nel tempo e ora Berlucchi vende oltre quattro milioni di bottiglie all’anno e la Franciacorta è la zona spumantistica più importante d’Italia. Franco Ziliani era stato chiamato nel 1955 nella cantina bresciana a Palazzo Lana a Borgonato, dal Conte Guido Berlucchi per risolvere problemi di stabilità dei vini, allora prodotti nella tenuta e propose la rivoluzionaria idea di spumantizzarli visto che non mostravano sufficiente personalità. «Mi ritengo una persona molto fortunata, ho realizzato quanto avevo in mente e quindi se mi dicono che ho sacrificato qualcosa per farcela, non mi riconosco nel ritratto», disse in un’intervista dell’estate scorsa al Corriere della Sera nel giorno del suo novantesimo compleanno.

Da tempo aveva passato le redini ai figli

Da tempo aveva lasciato il posto di comando ai figli Arturo, Cristina e Paolo che recentemente hanno festeggiato il riconoscimento della guida Gambero Rosso, che ha scelto Berlucchi come miglior cantina 2022. Ai figli non aveva semplicemente passato le quote societarie, che lui aveva acquistato dal Conte Guido Berlucchi, ma le aveva cedute «perché così sentono il bruciore che si prova quando si gestisce un’azienda». Ziliani si era formato alla scuola enologica di Alba ed è stato «enologo determinato ed imprenditore vulcanico“ per usare le parole dei suoi dipendenti. Proprio ad Alba aveva scoperto lo Champagne e fu il padre, a Natale, a regalargli le prime bottiglie della sua vita. I funerali di Franco Ziliani si terranno martedì 28 dicembre alle 11.30 a Paratico, in provincia di Brescia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X