Mercoledì, 03 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Notte di Capodanno 2020, il doodle di Google e gli eventi da Milano a Palermo nel segno della speranza
L'ULTIMO DELL'ANNO

Notte di Capodanno 2020, il doodle di Google e gli eventi da Milano a Palermo nel segno della speranza

Un orologio a pendolo ci ricorda che si chiude il 2020. Con questa immagine il doodle di Google oggi saluta l'anno che se ne va. Un anno difficile per tutti, che in pochi dimenticheranno. E con una notte di Capodanno altrettanto diversa, lentamente se ne va. Non ci saranno appuntamenti in piazza in un giorno segnato dal colore rosso per l'emergenza Covid, ma le grandi città non rinunciano a dare il benvenuto al 2021, nel segno della speranza.

Da Milano a Roma, da Bologna a Palermo, i Comuni hanno organizzato eventi, trasmessi via streaming, con musica e performance, per mettersi alle spalle le emozioni di un anno drammatico e provare a ripartire con uno spirito di rinascita.

Nella Capitale, al Teatro Costanzi un Capodanno senza balletto, ma anche quest'anno non mancherà la magica atmosfera creata dalla musica di Čajkovskij con la Suite dello Schiaccianoci, un cult del periodo natalizio. Dalle 11 di domani il Concerto di Capodanno verrà trasmesso in live streaming con la direzione del maestro Roberto Abbado, sul canale YouTube ufficiale del Teatro e su Ansa.it. Iniziative anche con "Oltre tutto" da seguire sul sito culture.roma.it: il 31 dicembre dal Laboratorio di Scenografia del Teatro dell'Opera Michela Murgia e Chiara Valerio accompagneranno il pubblico in un viaggio pieno di musica, parole e arte. Da non perdere la prima mondiale di Tomás Saraceno "How to hear the universe in a spider/web: A live concert for/by invertebrate rights", la grande istallazione al neon, alta 16 metri, di Tim Etchells e il lavoro di Alfredo Pirri dal titolo "Fuoco - Cenere - Silenzio".
A Milano non ci sarà il tradizionale concerto ma piazza Duomo, e la facciata della cattedrale, sarà accesa e animata da un progetto che unisce musica, video installazioni e arte. Si chiama 'Pensieri Illuminati' il progetto che il Comune ha scelto per celebrare l'arrivo del nuovo anno. Fino al 31 dicembre tutti potranno scrivere sul sito www.pensierilluminatimilano.it un pensiero ispirato a uno dei tre temi dell'opera: creato, umanità e futuro. La notte del 31 i pensieri saranno trasformati dall'artista Felice Limosani in grafica generativa, un flusso di immagini digitali animate e proiettate sulla facciata del Duomo.
Un racconto collettivo che sarà messo in scena con la musica diretta dal maestro Beatrice Venezi. La mezzanotte di fine anno sarà scandita da una video installazione narrata dall'attore Alessandro Preziosi. 'Pensieri Illuminati' sarà visibile solo in streaming e verrà trasmesso dalle 22.30 del 31 dicembre 2020 sulle piattaforme Live-now.com, Repubblica.it, YesMilano.it e Video.sky.it/arte. Anche la Scala ha organizzato un concerto per festeggiare il 2021: un programma per i più piccoli con la mini serie 'Wolfgang Amadeus e le grandi fiabe musicali', in streaming il primo gennaio alle 11 sul sito del teatro.

A Palermo un concerto di fine anno fuori dagli schemi e ricco di sorprese, diverso, come l'anno che sta per concludersi. Lo annunciano il Sovrintendente Francesco Giambrone, il direttore artistico Marco Betta e il direttore musicale Omer Meir Wellber, che presentano il programma trasmesso in streaming il 31 dicembre alle 17.00 sulla webTv del Teatro Massimo di Palermo. Un concerto che vuole essere un omaggio alla Musica, tutta, da quella classica a quella contemporanea, al jazz, alla musica colta. Uno spettacolo che ha una dedica in sottotesto sotto forma di un "grazie" a chi ha lottato contro il Coronavirus, medici, infermieri, operatori della sanità. A loro sarà dedicato l'unico applauso che risuonerà in teatro dopo il blocco imposto dal lockdown.
Il concerto prenderà le mosse da un gioiello classico come il Te Deum di Haydn, procederà con Le nozze di Figaro di Mozart, La Vestale di Spontini e il Tannhäuser di Wagner e approderà all'operetta con Lehár, alla chanson di Jacques Brel, e perfino alla musica napoletana e al jazz, per culminare nel primo atto di una Traviata queer interpretata da uno straordinario performer artist come Ernesto Tomasini. In scena ad assecondare l'estro di Wellber, l'Orchestra e il Coro del Teatro Massimo, diretto da Ciro Visco, la regia sonora del sound designer Manfredi Clemente e le voci del soprano Carmen Giannattasio, del baritono Markus Westa, dell'attore Eli Danker e naturalmente di Ernesto Tomasini, protagonista tra i più acclamati della scena alternativa e queer internazionale.
Il secondo appuntamento l'1 gennaio con "A new year of hope", il concerto di San Silvestro disponibile a partire dalle 8.00 sulla webTv del Teatro. A dare il benvenuto al 2021, le formazioni giovanili del Teatro Massimo dirette dal Maestro Michele De Luca - circa 200 ragazzi e bambini che animano la Massimo Youth Orchestra (che ha debuttato pochi giorni fa con un concerto di Natale al Duomo di Monreale) e la Massimo Kids Orchestra; e la Cantoria, il Coro di voci bianche e il Coro Arcobaleno, diretti dal Maestro Salvatore Punturo.

A Bologna il rituale secolare del rogo del Vecchione in Piazza Maggiore, quest'anno in versione digitale, viene omaggiato da un poetico corto animato d'autore, firmato da Chiara Rapaccini, in arte Rap, una delle disegnatrici più note a livello nazionale. Accompagnato dalle note di "Futura" di Lucio Dalla, sarà trasmesso alla mezzanotte del 31 dicembre sul sito www.comune.bologna.it. Il Capodanno in streaming sarà aperto da una sorpresa da parte di Vasco Rossi e Gianni Morandi.

Anche Firenze non rinuncia al suo Capodanno e organizza un doppio appuntamento, con musica, performance e uno spettacolo per bambini, che tutti quanti potranno seguire da casa. L'evento si chiamerà Futura, in omaggio alla famosa canzone di Lucio Dalla e come messaggio di speranza dopo la pandemia. Il capodanno dei bambini sarà alle 13:30 su RTV38 e alle 16:00 su YouTube Città di Firenze. Lo spettacolo musicale, invece, sarà alle 19:00 su YouTube Città di Firenze e alle 21:00 su RTV38.
Nelle sale più suggestive del museo di Palazzo Vecchio si alterneranno i cantautori Daniele Silvestri, Ghemon e, nuova ospite, Gabriella Martinelli, mentre la violoncellista Naomi Berrill suonerà accompagnando i passi di danza di Jennifer Rosati, ballerina e protagonista dell'Opus Ballet. In chiusura, a cantare la Futura di Dalla, ci sarà Erica Mou, ma a distanza, non da Firenze. Prevista anche la presenza dell'attore Maurizio Lombardi, nei panni del mago che guiderà tutto lo spettacolo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X